AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Le navi italiane in Libia; Richiamo Mattarella su legge elettorale; Evasione, Trentino virtuoso


Ecco titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE:

NAVI ITALIANE IN LIBIA CONTRO I TRAFFICANTI DI UOMINI

Navi italiane in acque libiche per contrastare il traffico di migranti. E’ la richiesta che il premier libico Fayez Al Sarraj ha rivolto all’Italia. Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha assicurato il sostegno del governo. L’ipotesi, ha spiegato, sarà vagliata dalle autorità libiche e dal Parlamento. Il commissario europeo per le migrazioni Dimitris Avramopoulos esorta gli stati membri ad aiutare l’Italia, paese di frontiera. La commissione, spiega il commissario all’agenzia Sir, proseguira’ nelle procedure d’infrazione contro i paesi che non rispettano gli accordi sui ricollocamenti.

MATTARELLA: INTERVENIRE SULLA LEGGE ELETTORALE

Tradizionale cerimonia del Ventaglio al Quirinale con i giornalisti parlamentari. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha espresso il suo rammarico per il dissolversi di larghe intese sulla legge elettorale. Ci sono lacune, e disomogeneità e si può ancora intervenire, ha detto il capo dello Stato, esortando i partiti ad affrontare le elezioni con serietà e senza slogan. Soluzioni e niente allarmismi è il metodo che il capo dello stato consiglia per affrontare le emergenze, a partire dalla siccità e dagli incendi.

EVASIONE FISCALE, TRENTINO REGIONE MODELLO

E’ il Mezzogiorno la maglia nera per l’economia sommersa. Il Trentino Alto Adige e’ invece la regione modello per controlli, senso civico e tasse locali. Tra le regioni virtuose, spiega Confcommercio, secondo posto per la Lombardia. Al Sud è la Calabria ad avere il più alto tasso di evasione, seguita dalla Campania. Se si applicasse il modello Trentino a tutto il territorio, stima l’associazione, si potrebbero recuperare 42,8 miliardi di euro.

880 MILIONI PER LO SVILUPPO DI CAMPANIA E CALABRIA

Quasi 900 milioni per rilanciare lo sviluppo del Mezzogiorno, a partire dalla Campania e Calabria. Al ministero dello sviluppo la firma dei contratti di sviluppo. 600 milioni andranno alla Campania, 280 alla Calabria. “I contratti di sviluppo- spiega il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda- sono uno strumento di equilibrio per costruire una nuova base imprenditoriale al sud”. L’impegno finanziario pubblico previsto e’ di 470 milioni di euro, 145 milioni per la Calabria e 325 milioni per la Campania.

26 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988