AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE ambiente

Estate di siccità e incendi; 4 case popolari su 10 non antisismiche; Francia ‘in pausa’ per la Tav


ITALIA, ESTATE NELLA MORSA DI SICCITA’ E INCENDI

L’Italia affronta l’estate 2017 nella morsa di siccità ed incendi. L’acqua manca in molte zone del Paese e si parla di razionamento a Roma con il lago di Bracciano ridotto ai mini termini dal prelievo idrico per la Capitale dalle tubature colabrodo. L’Emilia Romagna è la regione con la più grave crisi idrica del Paese ma soffrono anche le altre. Sono state poi 955 le richieste d’intervento aereo per spegnere incendi in Italia nel 2017, un numero talmente alto da renderlo il valore più alto degli ultimi dieci anni, un anno da record anche rispetto al 2007 e al 2012, anni particolarmente complicati. Intanto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti annuncia un piano di riforestazione da 5 milioni reperiti tramite risorse europee.

 

ROMA, ONDATE CALORE RADDOPPIATE DA 20 ANNI A OGGI

Ondate di calore, capitali europee sempre più colpite. Negli ultimi 20 anni il fenomeno è raddoppiato a Roma, triplicato ad Atene e aumentato in oltre il 60% delle grandi città monitorate. Lo rivela uno studio dell’Ibimet-Cnr, dell’Universita’ di Firenze, del Consorzio Lamma e dell’Accademia dei Georgofili. La ricerca ha monitorato l’andamento delle ondate di calore nelle 28 capitali dell’Unione Europea, utilizzando i dati del periodo maggio-settembre dal 1980 al 2015. A Roma l’indice e’ raddoppiato nel 1998-2015 rispetto al periodo precedente e in particolare la frequenza dei giorni di ondata e’ passata dal 5 al 13%.

 

TERREMOTO, 4 CASE POPOLARI SU 10 NON ANTISISMICHE

Il 40% degli edifici di edilizia residenziale pubblica in zona sismica 1 – la piu’ pericolosa – non risponde agli attuali requisiti antisismici essendo stato costruito prima del 1980, servono interventi di miglioramento ed adeguamento di particolare urgenza. Così uno studio di Federcasa, che raccoglie tutti i gestori di case popolari. Per adeguare le case popolari e garantire i migliori standard di sicurezza antisimica servirebbero dai 360 ai 400 milioni. La situazione potrebbe migliorare ammettendo le case popolari nella platea del Sisma bonus, cosa oggi non possibile ma che sarà “la nostra priorità nella prossima Finanziaria”, garantisce il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio.

 

TAV TORINO LIONE, LA FRANCIA SI PRENDE UNA PAUSA

Il Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron “ha annunciato un approccio globale. Si fa una pausa, si riesaminano gli orientamenti in termini di mobilità, si riesaminano le spese e le risorse per non fare più promesse non finanziate, e avere dunque a disposizione risorse coerenti con le promesse fatte”. Si tratta quindi di una pausa sulla linea ad alta velocità Torino-Lione? “Si tratta di una pausa”. Lo dice la ministra dei Trasporti francese Elisabeth Borne a Reporterre.net. Macron “ha annunciato che, dal momento che gli impegni che sono stati presi e i bisogni  essenziali in termini di manutenzione e rigenerazione superano di dieci miliardi le entrate prevedibili in questa fase, siamo obbligati a fare una pausa per riflettere sul modello di mobilità”, dice Borne.

 

TG AMBIENTE DIRE VA IN FERIE, TORNA A SETTEMBRE

Il Tg Ambiente della DIRE va in ferie, l’appuntamento settimanale con le principali notizie ambientali tornerà a settembre. Nel frattempo il sito della DIRE continuerà a offrire un ampio ventaglio di notizie su tutti i settori dell’informazione ambientale.

26 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram