AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Nel Lazio solo un Comune al Pd, Rieti a destra e due sindaci al M5s

Foto d’archivio

ROMA  – Un campanello d’allarme per il Pd e per tutto il centrosinistra in vista delle imminenti elezioni regionali.

Il risultato del voto nei 10 comuni del Lazio andati al ballottaggio segna il ritorno del centrodestra, che si riprende Rieti insieme ad Antonio Cicchetti per soli 100 voti di scarto sul sindaco uscente Simone Petrangeli.

I cinque stelle, arrivati al ballottaggio nei soli comuni di Guidonia (il terzo più popoloso del Lazio) e Ardea, vincono in entrambi i casi partendo da una posizione di svantaggio.

L’unico candidato Dem ad affermarsi è Alessio Pascucci, sindaco uscente di Cerveteri.

Anche a Ladispoli passa il candidato di Fdi e Noi con Salvini, Alessandro Grando, mentre a Fonte Nuova il nuovo sindaco è Piero Presutti, sostenuto sempre da FdI. Diversi i candidati civici eletti sindaco: a Grottaferrata Luciano Andreotti ha la meglio sul Dem Stefano Bertuzzi, a Frascati Roberto Mastrosanti vince sul candidato del centrosinistra Raffaele Pagnozzi, a Sabaudia Giada Gervasi prende il triplo dei voti di Giovanni Secci, di Forza Italia e FdI, mentre a Tarquinia l’imprenditore di area cattolica Pietro Mencarini si afferma ai danni di Gianni Moscherini, esponente di lungo corso di Forza Italia ed ex sindaco di Civitavecchia. Forte il dato dell’astensionismo: alle urne è andato il 43,5% dei 290.104 aventi diritto al voto, il 15% in meno rispetto al primo turno.

I RISULTATI DEI COMUNI DEL LAZIO AL VOTO

RIETI

Antonio Cicchetti e’ stato eletto nuovo sindaco di Rieti con 100 voti in piu’ di Simone Petrangeli, primo cittadino uscente di centrosinistra. Il primo, sostenuto da una coalizione di centrodestra, ha ottenuto 12.660 preferenze, pari al 50,2% del totale, rispetto alle 12.560 del secondo, pari al 49,8%. Per Cicchetti si tratta di un ritorno allo scranno più alto del Comune, dopo gli otto anni già trascorsi da primo cittadino dal 1994 al 2002.

GUIDONIA

Anche il comune di Guidonia ha un sindaco del Movimento Cinque stelle. Michel Barbet ha ottenuto infatti 10.586 preferenze, pari al 51,45%, contro le 9.991 (pari al 48,55%) dello sfidante Emanuele Di Silvio, sostenuto dal Pd e da forze di centrosinistra. Al primo turno l’esponente Dem aveva ottenuto il 27%, mentre il candidato M5S era arrivato secondo con il 20,63%. Il Comune negli ultimi anni e’ stato al centro di alcune inchieste giudiziarie che, tra ipotesi di corruzione e peculato, hanno interessato l’ex sindaco di Fi, Eligio Rubeis, e alcuni collaboratori. Sul dato odierno ha influito anche la scarsa affluenza alle urne, che nel caso di Guidonia e’ stata del 31,6%.

ARDEA

Mario Savarese e’ il nuovo sindaco di Ardea eletto dal Movimento Cinque stelle grazie a 8.954 voti, pari al 62,80% del totale. Lo sfidante, Alfredo Cugini, sostenuto dal Pd e dalle forze di centrosinistra, si e’ fermato a 5.304 preferenze, pari al 37,20%. A nulla sono valse, dunque, le promesse fatte da Cugini in campagna elettorale di comporre una giunta, in caso di vittoria, con nomi illustri come l’ex prefetto Giorgio Piccirillo, scelto per dare certezze in un comune fatto spesso vittima di intimidazioni, oltre a Roberto Renga ed Arturo Diaconale. Il comune e’ andato al voto anticipato dopo le dimissioni di Luca Di Fiori, esponente del centrodestra.

CERVETERI

Alessio Pascucci, esponente del Pd e sostenuto da una coalizione di centrosinistra, e’ stato confermato sindaco di Cerveteri con 8.627 voti, pari al 65,44% del totale. La sfidante Anna Lisa Belardinelli, alla guida di una coalizione composta da FdI e tre civiche, ha ottenuto 4.557 preferenze, pari al 34,56%.Pascucci era andato vicino alla riconferma gia’ al primo turno con il 47,3%.

LADISPOLI

Ladispoli passa al centrodestra. Alessandro Grando, sostenuto da Noi con Salvini, FdI e dalla lista civica Cuori Ladispolani, e’ stato eletto sindaco con 7.587 preferenze, pari al 58,69 dei votanti di ieri. Ribaltato cosi’ il risultato del primo turno, quando in testa c’era lo sfidante del Pd Marco Pierini, che nella passata consiliatura ha rivestito l’incarico di assessore ai Lavori pubblici nella Giunta guidata da Crescenzo Paliotta. L’esponente del centrosinistra si e’ fermato a 5.341 voti, pari al 41,31%.

FONTE NUOVA

Piero Presutti e’ il nuovo sindaco di Fonte Nuova con 4.609 preferenze, pari al 61,83% del totale. Sostenuto da FdI e da tre liste civiche, Presutti si e’ aggiudicato il derby interno al centrodestra con Graziano Di Buo’, appoggiato tra gli altri da Forza Italia e Noi con Salvini, e arrivato a 2.845 voti, pari al 38,17%.

FRASCATI

Roberto Mastrosanti e’ il nuovo sindaco di Frascati con 4.240 voti, pari al 53,62% del totale. Sostenuto da cinque liste civiche, Mastrosanti ha avuto la meglio su Raffaele Pagnozzi, alla guida di una coalizione di centrosinistra targata Pd, arrivato a 3.667 preferenze, pari al 46,38%. Il Comune di Frascati era commissariato da circa un anno in seguito alle dimissioni del sindaco Alessandro Spalletta, arrivate dopo due anni di mandato.

GROTTAFERRATA

Anche a Grottaferrata il Pd non passa. Luciano Andreotti, sostenuto da quattro liste civiche, e’ il nuovo sindaco con 3.223 preferenze, pari al 55,16% del totale. L’esponente Dem, sostenuto anche dall’Udc, Stefano Bertuzzi, si e’ fermato a 2.620, pari al 44,84%. A sostegno di Andreotti anche i voti di tutti i sostenitori del Pd che non si sono riconosciuti nella candidatura di Bertuzzi e quelli di alcuni esponenti della vecchia amministrazione di centrodestra guidata da Giampiero Fontana.

SABAUDIA

Giada Gervasi e’ il nuovo sindaco di Sabaudia, comune del litorale pontino. Sostenuta da tre liste civiche, Gervasi ha ottenuto 6.328 preferenze, pari al 77,75% del totale, e ha avuto la meglio sul berlusconiano Giovanni Secci, candidato di Forza Italia e FdI, arrivato a 1.811 voti, pari al 22,25%.

TARQUINIA

Pietro Mencarini e’ il nuovo sindaco di Tarquinia, in provincia di Viterbo. Imprenditore nel settore dei carburanti impegnato nell’associazionismo cattolico, Mencarini ha ottenuto 5.368 voti, pari al 65,67. Lo sfidante Gianni Moscherini, esponente di lungo corso di Forza Italia ed ex sindaco di Civitavecchia, si e’ fermato a 2.806 preferenze, pari al 34,33%. Il candidato del Pd Anselmo Ranucci, appoggiato dal sindaco uscente Mauro Mazzola, al primo turno ha ottenuto il 16,87%.

26 giugno 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988