Politica

Arresto Fazzalari, Renzi e Alfano esultano

renzi_alfanoROMA – E’ stato arrestato nella notte, in Aspromonte, il boss della ‘ndrangheta Ernesto Fazzalari. Condannato all’ergastolo, era latitante da vent’anni (leggi qui la notizia). Le istituzioni esultano.

“Oggi la Squadra Stato ha messo a segno uno dei suoi gol più belli. I nostri Carabinieri hanno individuato in un casale e tratto in arresto questa notte, a Molochio, in provincia di Reggio Calabria, Ernesto Fazzalari, inserito nell’elenco dei latitanti di massima pericolosità e ricercato dal ’96 per duplice omicidio, associazione di stampo mafioso, traffico di sostanze stupefacenti, rapina”, commenta il ministro dell’Interno Angelino Alfano, che si è congratulato con il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette.

“Fazzalari- aggiunge Alfano- trovato con la sua compagna quarantunenne, è uno dei più importanti latitanti, personaggio di spicco della criminalità e a capo della omonima ‘ndrina che opera nel territorio di Taurianova. La fuga dei criminali ha sempre un termine. Alla giustizia non si sfugge”.

“Sono queste- conclude Alfano- le vittorie che ci confortano e ci sostengono nel cammino difficile, ma possibile, contro il crimine organizzato e sono il premio per un lavoro incessante delle Forze dell’Ordine e dei magistrati, portato avanti con pazienza, determinazione e alta professionalità”.

“Preso nella notte dai Carabinieri il boss della ‘Ndrangheta Fazzalari. Grazie a giudici e forze dell’Ordine. Viva l’Italia”, ha invece scritto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, su Twitter.

26 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»