Avanti con la Orte-Civitavecchia: sbloccata tratta Monte Romano-Cinelli ma mancano ancora 18 km

orte civitavecchiaIl completamento della trasversale Orte-Civitavecchia è realtà. Con lo sblocco del tratto Monte Romano Est-Cinelli da parte di Anas, che ha aggiudicato l’appalto e sottoscritto il contratto con l’Ati Donati Spa-Ircop Spa-SALC Spa-Dema Costruzioni, e l’impegno preso dal Ministero delle Infrastrutture con Anas, che ha inserito nel contratto pluriennale il completamento degli ultimi 18 km da Tarquinia sud all’Aurelia, vede finalmente la luce questa opera strategica che porta particolari vantaggi per la mobilità e le merci da e per il porto di Civitavecchia. Che in questo modo sarà collegato a una serie di importanti infrastrutture tra cui l’autostrada A1, l’interporto di Orte, l’area industriale di Terni e l’itinerario nazionale Orte-Perugia-Ancona.

Il primo intervento, da 6,4 km con strada a due carreggiate larga 22 metri, tre gallerie artificiali e quattro viadotti, iniziera’ mercoledì e il costo dell’opera, computato in 117 milioni circa, è interamente a carico della Regione. Le imprese avranno 870 giorni di tempo per consegnare i lavori.

Quanto al secondo tratto, Monte Romano Est-Aurelia, si tratta di 18 km per un importo complessivo di 472 milioni di euro e con un progetto preliminare approvato lo scorso marzo dal Cda di Anas, “che renderà appaltabile questa opera nel 2018”, ha detto il ministro Delrio. Il tutto per 24 km totale che andranno a completare i 49 già esistenti tra Orte e Cinelli.

“Oggi è una giornata importante perché dopo 4 anni di stop a causa di problemi burocratici e ricorsi amministrativi riparte la tratta molto importante finanziata dalla Regione della Orte-Civitavecchia. Un’arteria certamente di interesse regionale ma anche nazionale, perchè collega uno dei porti più importanti del Mediterraneo con la rete viaria nazionale verso il Nord, l’Europa, il Sud del Paese, l’entroterra e poi verso gli insediamenti produttivi dell’Umbria”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso di una coerenza stampa con il ministro delle I fra strutture, Graziano Delrio, l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Fabio Refrigeri, e il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, ha commentato lo sblocco del tratto Monte Roma-Cinelli della Orte-Cicitavecchia che ne segna il completamento.
“C’è stato un impegno collettivo fino ad ora- ha detto Zingaretti- e ora vogliamo chiudere un pagina forse triste del nostro Paese, che ha visto quest’opera iniziare nella progettazione e nell’attuazione addirittura nel 1986 ma che poi è sempre rimasta in qualche modo incompiuta”.

Il governatore ha poi voluto ringraziare Delrio “che ha annunciato che anche l’altra tratta, quella finale della strada, e’ prevista nel contratto di programma di Anas. Dunque oggi possiamo dire che finalmente si chiude la lunga storia della Orte-Civitavecchia con una programmazione che grazie alle risorse regionali e alle risorse nazionali darà all’Italia un’infrastruttura molto importante per la mobilità e per lo sviluppo e la sua competitività. E’ importante la presenza del ministro del Ministro perchè è evidente, per chi conosce la storia di questa arteria, che questo annuncio sia fatto con la massima autorevolezza, presenza e impegno da parte del Governo che rende tutto più credibile”.

“La Orte-Civitavecchia e’ un’opera di beneficio per il Lazio e per tutto il sistema industriale e competitivo del paese. Dobbiamo abituarci a considerare i porti una porta d’ingresso per i nostri sistemi industriali e logistici e che il porto di Civitavecchia non avesse un collegamento adeguato con tutto il sistema industriale del Lazio e del centro Italia e’ un fatto che fa perdere competitività alle nostre imprese”. Così il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, ha commentato lo sblocco del tratto Monte Romano Est-Cinelli della trasversale Orte-Civitavecchia.

Delrio ha ricordato che “sprechiamo più o meno 50 miliardi all’anno nell’inefficienza logistica” e che l’impegno preso con Anas “di sbloccare questo contenzioso e di inserire il completamento degli ultimi 18 km, da Monte Romano a Tarquinia Sud, nel contratto pluriennale di Anas renderà questa opera appaltabile nel 2018 e completabile. Questo è anche un segno per chi intende investire nel nostro paese, che deve avere porti efficienti, come quello di Civitavecchia che è in grande crescita, ad esempio Fiat imbarca qui le auto che sta esportando in tutto il mondo”.

Il ministro ha poi “molto apprezzato che il Lazio abbia deciso di mettere un’importante quota di finanziamento (nell’opera, ndr), questi 117 mln. Le regioni come il Lazio, che si impegnano a mettere co-finanziamenti e a fare una programmazione adeguata, avranno un momento di certezza in più nella programmazione pluriennale del contratto di programma Anas”.

26 Giugno 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»