Fondi Ue, Rinaudo: "In Fse forti segnali di innovazione" - DIRE.it

Abruzzo

Fondi Ue, Rinaudo: “In Fse forti segnali di innovazione”

commissione uePESCARA – “La programmazione dell’Abruzzo sull’Fse 2014-2020 ha tutte le carte in regola per diventare modello di riferimento“. Lo ha detto il Rapporteur della Commissione europea per l’Fse, Franco Rinaudo, che questa mattina ha preso parte al Comitato di sorveglianza.

“Quello che ho visto nella programmazione 2014-2020 – ha spiegato Franco Rinaudo – è qualcosa di nuovo rispetto al passato e presenta elementi di forte rottura, nel senso di concentrare gli sforzi su idee nuove che non servono solo a certificare la spesa ma a creare risultati di qualità destinati a durare nel tempo”.

L’impostazione dunque voluta dalla Regione Abruzzo all’Fse sembra trovare il pieno sostegno della Commissione europea. “E’ un dato da non sottovalutare – ha aggiunto Rinaudo – nel senso che questa programmazione abruzzese segna un’inversione di tendenza non solo rispetto all’Abruzzo stesso ma anche in relazione alla programmazione delle altre regioni. Per cui non si tratta di un passaggio scontato, ma di una felice realtà che questo Comitato di sorveglianza ha confermato”.

Rinaudo ha voluto porre l’accento anche su alcuni interventi legati all’occupazione giovanile “che hanno ottenuto un riscontro occupazionale in grado di consolidarsi nel tempo”. L’esperienza dell’Fse abruzzese potrebbe dunque diventare modello di riferimento. “Mi piacerebbe portare l’esempio di questa regione – ha concluso il Rapporteur – come di una regione che ha approcciato in maniera diversa all’idea di politiche sociali e del lavoro nella programmazione del Fondo sociale europeo”.

26 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»