"Largo ai sentieri", avanza la nuova legge sul turismo - DIRE.it

Sardegna

“Largo ai sentieri”, avanza la nuova legge sul turismo

Foreste, Escursione, bosco, parchi, gitaCAGLIARI – “Vogliamo proporre un nuovo modo di fare turismo, si è sempre puntato in Sardegna principalmente su un turismo costiero, ma ci sono numeri che raccontano un modo diverso di vivere la Sardegna, di attraversarla al suo interno, e che può consentire anche di ampliare la stagione”. Così la consigliera di Sdl Anna Maria Busia, prima firmataria di una proposta di legge turistica, che vuole valorizzare la promozione e lo sviluppo nell’isola dell’escursionismo e del turismo itinerante in camper e moto. Tra gli interventi previsti dalla norma ci sono il completamento e il miglioramento della sentieristica.

La proposta è stata illustrata dall’esponete di Cd, insieme all’assessore al Turismo Francesco Morandi. “La Sardegna è attraversata da una rete di ippovie che andrebbero semplicemente rimesse a posto e valorizzate– spiega Busia- in questa proposta ci rivolgiamo poi al turismo camperistico, che ha numeri importanti ed è valorizzato in tante regioni. Sono modi diversi e nuovi di proporre il prodotto Sardegna, e tra l’altro con investimenti modesti si può arrivare a creare un sistema che produce ricchezza”.

L’obiettivo principale della legge “è creare una rete escursionistica regionale– spiega Morandi- i sentieri già esistenti diventano prodotto e hanno un senso soltanto se sono messi a sistema, infrastrutturati e segnalati. L’idea di fondo è costruire un modello innovativo di turismo attivo e sportivo, fortemente sostenibile“.

26 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»