Emilia Romagna

Bologna, 300.000 al voto per sindaco. I risultati il mattino dopo

elezioni_bologna

BOLOGNA – A scegliere il prossimo sindaco di Bologna saranno 299.082 aventi diritto al voto (139.866 uomini e 159.216 donne), a cui si aggiungono 1.504 comunitari, oltre la metà dei quali di cittadinanza rumena. Si vota domenica 5 giugno in 445 seggi, più i 14 che saranno organizzati in ospedali, case di cura e al carcere della Dozza. I risultati? In Comune avvertono: si sapranno soltanto al mattino di lunedì, al termine di una notte elettorale in cui gli aggiornamenti arriveranno col contagocce. Di qui l’invito al giornalisti, convocati oggi a palazzo D’Accursio per una conferenza stampa sugli aspetti organizzativi delle elezioni: “Non ci state col fiato sul collo perchè è la prima volta che lo spoglio comincia alle 24“, come sottolinea Anna Rovito, direttore dei Servizi demografici.

Il segretario generale, Luca Uguccioni, sottolinea come non professionisti, cioè scrutatori e presidenti di seggio, saranno chiamati ad una complessa fase di spoglio (prima per il sindaco e per i consiglieri comunali, poi per gli eletti nei quartieri) al termine di una lunghissima giornata ai seggi che comincerà alle 7 per concludersi alle 23. Peraltro, è la prima volta che occorrerà scrutinare la doppia preferenza di genere, tanto per il Comune quanto per i quartieri. “Quello per il sindaco è lo scrutinio più difficile che c’è e lavoreremo tutti quando saremo distrutti“, mette in chiaro ancora Rovito. Alto dunque anche il rischio di errori dovuti alle difficoltà di concentrazione.

elezioni-comunaliAltro possibile fronte critico quello delle tessere elettorali, il cui possesso è indispensabile per essere ammessi al voto insieme ad un documento d’identità. Per garantire anche domenica il rinnovo della tessera ci saranno 13 postazioni a disposizione all’ufficio elettorale di via Don Minzoni anche nel giorno del voto. “Invitiamo gli elettori a verificare prima se la loro tessera elettorale ha esaurito gli spazi disponibili, ma anche se dovessero accorgersi all’ultimo momento che è esaurita daremo lo stesso la possibilità di esprimere il voto”. Un escamotage, quello dell’attestazione sostitutiva fatta direttamente al seggio, a cui si è ricorsi alla luce del fatto che ci sono 160.000 tessere elettorali potenzialmente scadute (in Comune ne stanno rinnovando al ritmo di 150-200 al giorno, ma si prevede un boom dell’ultimo momento). Però, come spiega ancora la dirigente dei servizi demografici, “non possiamo sopportare l’afflusso di migliaia di persone”. I risultati delle elezioni saranno aggiornati su Iperbole (niente schermi giganti, ma i nottambuli in giro per la città potranno consultare lo schermo dell’Urp in piazza Maggiore). Durante la giornata di domenica, saranno diffusi i dati sui votanti alle 12, alle 19, fino al dato definitivo delle 23 che dovrebbe essere disponibile attorno alla mezzanotte.

di Mirko Billi, giornalista professionista

26 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»