Manager pubblici, il più ricco a Roma è il ‘milanese’ Pazzali (ad di Eur Spa)

eur spa

ROMA – Con oltre 440mila euro, e’ l’amministratore delegato di Eur spa, Enrico Pazzali, il piu’ ricco tra i manager delle societa’ partecipate e controllate dagli enti pubblici del Lazio. Lo segue, con 266.655,00 euro, il segretario generale della Camera di commercio di Roma, Pietro Abate. L’elenco sui redditi e i patrimoni dei manager pubblici arriva dal dipartimento per il Coordinamento Amministrativo della presidenza del Consiglio dei ministri, che lo ha reso consultabile. Il bollettino di riferimento per l’anno 2015 (dichiarazioni patrimoniali del 2014) rientra nell’iniziativa nazionale di pubblicita’ della situazione patrimoniale e reddituale dei titolari di cariche.

Nel Lazio, dunque, a guadagnare di piu’ e’ l’ad di Eur spa (90% ministero dell’Economia e 10% Comune di Roma), che nel 2014 ha dichiarato un reddito di 443.039,00 euro, con una situazione patrimoniale che conta un’abitazione con pertinenze in comproprieta’ nel Comune di Milano e un fabbricato in comproprieta’ a Zoagli (Ge). In piu’, Pazzali dichiara una Ferrari 458S immatricolata nel 2012 e un due ruote Aixam immatricolato nel 2012. Oltre ad Abate, viaggiano sopra i 250mila euro altri due manager di Eur spa: l’allora amministratore delegato uscente, Gianluca Lo Presti, e il presidente Roberto Diacetti. Poco piu’ di 261mila euro il primo, 254.482,00 euro il secondo, che nel 2014 dichiara anche un fabbricato di proprieta’ al 10% nel Comune di Palestrina (Rm), un altro con terreno di proprieta’ al 50% sempre a Palestrina e uno al 50% anche a Roma.

Sul fronte delle aziende e fondazioni legate al mondo della cultura, spicca il supermanager Carlo Fuortes, sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma, che secondo il Bollettino ha redditi per 243.973,00 euro. Presente anche Roberto Cicutto, presidente e amministratore delegato di Istituto Cinecitta’ Luce che per il 2014 ha dichiarato 237.252,00 euro, comprensivi anche delle funzioni di consigliere di amministrazione nella Fondazione Cinema per Roma e 500 azioni, pari al 5%, nella Artisti Riuniti Srl. Segue Marcello Foti, direttore generale della fondazione Centro sperimentale di Cinematografia, con un reddito dichiarato di 124.605,00 euro. Nella sua situazione patrimoniale, una Tuareg Vw immatricolata nel 2007 e una Bmw X3 immatricolata nel 2013, ma anche quote possedute pari al 100% nella Stargate Immobiliare.

Lorenzo Tagliavanti, nel 2014 presidente di Tecnoservicecamere Scpa e anche di Investimenti spa, la societa’ partecipata da Camera di commercio, Comune di Roma e Regione Lazio, all’epoca ha dichiarato 222.877,00 euro. Nella sua situazione patrimoniale, il ruolo di consigliere della Fondazione Cinema per Roma. E a proposito di Camere di commercio, se con i suoi 266.655,00 Abate e’ il secondo manager pubblico piu’ ricco del Lazio, i segretari generali degli altri enti camerali se la passano meno bene di lui: si va dai 178.703,00 euro dichiarati da Pietro Viscusi, segretario generale della Camera di commercio Latina, agli 86.909,00 euro di Giancarlo Cipriano, segretario generale della Cciaa di Rieti che dichiara anche una Lancia Y CV 80 immatricolata nel 2014, passando per i 132.066,00 euro del segretario generale dell’ente di Latina, Francesco Monzillo. Nel Bollettino 2015 anche Luca Pancalli che da presidente del Comitato italiano paralimpico nel 2014 ha dichiarato 168.027,00 euro (con un fabbricato di proprieta’ nel Comune di Roma). Infine, tra le partecipate del Comune di Roma c’e’ anche il direttore generale delle Assicurazioni di Roma, Andrea Toschi, che dichiara 216.888,00 euro con un fabbricato di proprieta’ nel comune di Roma e una Mercedes classe A Cv 20 immatricolata nel 2005 (in comproprieta’ al 50%).

di Nicoletta Di Placido, giornalista professionista

26 Aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»