Diventare manager della digitalizzazione, il Mastercourse a Roma

Promosso da ANORC e patrocinato da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) partirà il 13 marzo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Imparare a gestire flussi di dati, documenti digitali, a proteggere e trattare informazioni personali. Conoscere la normativa vigente e i pro e contro dell’outsourcing dei servizi It. In pratica diventare un professionista del digitale e della privacy, figure sempre più richieste sia nel pubblico che nel privato. Questi alcuni degli obiettivi del Mastercourse promosso da ANORC giunto alla sua XXI edizione, diretto dall’avvocato Andrea Lisi, presidente di ANORC Professioni e patrocinato da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) che partirà a Roma il 13 marzo.

A questa sessione primaverile nella Capitale, a cui ci si potrà iscrivere ancora per pochi giorni, ne seguirà una autunnale il prossimo 20 ottobre a Milano. Il corso è rivolto ad aspiranti manager della trasformazione digitale, professionisti della privacy e del digitale: si tratta di 8 giornate (non consecutive) da 7 ore ciascuna, frequentabili anche singolarmente. Tra gli argomenti trattati, la fatturazione elettronica, le firme elettroniche, i contratti It, l’adeguamento al Gdpr, gli strumenti della gestione informativa e documentale, gli standard per la gestione degli archivi e la conservazione dei documenti, i principali contenuti del Codice dell’amministrazione digitale, il Regolamento europeo eIdas. I partecipanti avranno la possibilità di costruire percorsi personalizzati di frequenza, selezionando le giornate di interesse alle quali partecipare. E’ prevista anche una modalità eLearning, sviluppata in collaborazione con Unitelma Sapienza, per chi non può prendere parte alle lezioni. Per info e costi si può scrivere a [email protected] o visitare il sito www.anorc.eu alla pagina: https://www.anorc.eu/formazione/mastercourse.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

26 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»