AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Fiumicino cresce: con 350 mln verso nuovi moli imbarco E, F ed A

adr terminal AAeroporti di Roma ha in cantiere numerosi progetti strategici di sviluppo e miglioramento infrastrutturale per la realizzazione dei quali, nel solo 2015, sono previsti investimenti per circa 350 milioni di euro, ovvero circa il doppio rispetto a quelli messi in campo lo scorso anno. E’ quanto emerso dall’incontro di oggi, in apertura del Consiglio di amministrazione dell’Enac, tra i vertici dell’ente e quelli di Aeroporti di Roma per la condivisione del budget degli investimenti previsti dalla società per il 2015, nel rispetto degli impegni stabiliti e concordati all’interno del Contratto di Programma, sottoscritto il 21 dicembre 2012.

Da parte Enac hanno partecipato all’incontro, oltre ai componenti del Cda, il presidente Vito Riggio, il direttore generale Alessio Quaranta, e le strutture tecniche dell’Ente coinvolte per competenza. Per Aeroporti di Roma erano presenti il presidente Fabrizio Palenzona, l’amministratore delegato Lorenzo Lo Presti e i responsabili delle strutture tecniche.

Nella dua presentazione, Adr ha evidenziato che “il 2014 si è chiuso con un record: il traffico registrato dal sistema aeroportuale della Capitale è cresciuto del 6,4% rispetto al 2013. L’hub di Fiumicino ha fatto segnare il suo miglior risultato di sempre, raggiungendo quota 38,6 milioni di passeggeri”. Questo “significativo trend di crescita trova conferma anche nelle stime elaborate da Adr sul numero di passeggeri previsti per il 2015”. Un “numero importante che spinge l’azienda verso ulteriori rilevanti traguardi, soprattutto sul fronte delle infrastrutture”.

Per quanto riguarda il 2015, gli investimenti in programma nell’ambito del Piano di Sviluppo di Fiumicino Sud riguardano “sia azioni per l’incremento della capacità aeroportuale (così da sostenere adeguatamente la prevista crescita del traffico), sia azioni di ristrutturazione e restyling degli impianti operativi”. Tra i principali interventi pianificati continua, per oltre 102 milioni di euro, lo sviluppo dell’area di imbarco E ed F che sarà completata nel 2016 e sarà in grado di accogliere 5 milioni di passeggeri l’anno, per una superficie di 90.000 metri quadrati e con 14 pontili di imbarco, cui potrà attraccare anche il cosiddetto gigante dei cieli A380, che già oggi opera quotidianamente su Fiumicino.

E ancora, per la riqualifica della pista di volo numero 3 saranno investiti 60 milioni di euro mentre è stato anticipata di due anni, dal 2021 al 2019, la consegna delle nuove infrastrutture in area Est dello scalo. Iniziano quest’anno, dunque, i lavori per la realizzazione dei nuovi piazzali per la sosta degli aeromobili, per un investimento di oltre 21 milioni di euro, propedeutici alla costruzione della nuova area di imbarco A, che sarà dotata di 14 nuovi pontili d’imbarco, per consentire ai passeggeri di salire comodamente e direttamente a bordo dell’aeromobile dall’aerostazione, senza passare per il trasferimento in bus. Per un importo che supera i 17 milioni di euro è inoltre previsto lo sviluppo del nuovo impianto di smistamento bagagli (BHS-HBS) al Terminal 1. Per l’accoglienza dei viaggiatori verranno investiti circa 12 milioni di euro, necessari per l’avvio dei lavori di riqualifica della viabilità al livello Arrivi.

Il Consiglio dell’Enac ha espresso “soddisfazione” per i risultati raggiunti lo scorso anno e per la programmazione oggetto dell’incontro odierno, spiegando che “gli investimenti previsti per il 2015 e per gli anni successivi, favoriranno certamente la ripresa, già ben avviata nel 2014”.

26 febbraio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988