Berlusconi: “Grillini peggio dei comunisti, il Governo deve cadere”

L'ex premier punta il dito contro un esecutivo "composto da persone inadeguate, che ci riportano al pericolo del '94 che mi obbligò a scendere in campo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Questo è un governo del caos, c’è bisogno di cambiare questo governo. Mi auguro che cada ogni giorno, non è bello vedere un governo che un giorno dice sì, un giorno no, un giorno forse”. Lo dice Silvio Berlusconi, arrivando all’Aquila.

L’ex premier punta il dito contro un esecutivo “composto da persone inadeguate, che ci riportano al pericolo del ’94 che mi obbligò a scendere in campo. Oggi c’è un pericolo che considero quasi più grave- sottolinea- i grillini che hanno le stesse idee dei comunisti di allora, ma loro si proclamano comunisti di strada e non di salotto e sono spinti dall’invidia sociale. Inoltre- conclude- non hanno competenza né esperienza rispetto agli uomoni di sinistra di quel partito che almeno venivano mandati a Roma con tanta esperienza di amministrazioni locali”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

26 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»