Lombardi in visita a Latina: “La situazione dell’ospedale Goretti è la più grave del Lazio”

Fonte: latinaquotidiano.it

LATINA – Visita a Latina, oggi, per Roberta Lombardi. La candidata del Movimento 5 Stelle alla Regione Lazio si è recata prima nel Tribunale del capoluogo pontino, poi all’Ospedale Santa Maria Goretti.

Al termine i commenti con la stampa: “Questa è la situazione più grave tra le varie province che abbiamo girato, è la fotografia di una sanità laziale non adeguata a garantire livelli decenti di assistenza”, così Roberta Lombardi. Concordano anche la consigliera regionale Gaia Pernarella e il deputato Massimo Enrico Baroni che l’hanno accompagnata nella visita. Tra le criticità elencate dal Movimento 5 Stelle, la mancanza di una rete per gestire le cronicità e le emergenze, una situazione che riguarda tutta la Provincia, e che inevitabilmente poi si ripercuote su quello che è praticamente il solo ospedale della provincia di Latina e sul pronto soccorso. “Mancano due reparti per arrivare alla qualificazione di Dea di I livello, non c’è un punto nascita, non c’è terapia intensiva neonatale in tutta la provincia”, ha rilevato Roberta Lombardi.

Evidente anche agli esponenti del Movimento 5 Stelle l’impegno del personale medico e sanitario, ma, dicono: “Mancano 1.000 persone tra medici, infermieri e operatori sanitari”, ha dichiarato Massimo Enrico Baroni, riferendosi alla Asl della Provincia di Latina, e attaccando il piano di rientro del presidente Nicola Zingaretti.

“Abbiamo appreso che c’è un progetto di ampliamento da parte della Regione Lazio, in attesa di approvazione. È stato depositato da meno di un mese. Capiremo nelle nostre possibilità quali sono le possibilità della Regione, non si possono attendere 3-4 giorni in pronto soccorso per un ricovero, è al limite del rispetto umano. Sarà il Movimento 5 Stelle ad approvare quel piano”, hanno dichiarato invece Roberta Lombardi e Gaia Pernarella.

Il tour di Roberta Lombardi a Latina prosegue nel pomeriggio, con la visita alla discarica di Borgo Montello. Alle 18 l’evento in Piazza del Popolo dove è atteso anche Alessandro Di Battista.

26 gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»