AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Bilancio, Celli: “A luglio assestamento per pareggio”

SAN MARINO – Entro luglio ci sarà un’assestamento di bilancio “molto impegnativo” per portare “il più possibile in pareggio” il bilancio dello Stato del 2017; nelle prossime settimane invece saranno attivate le iniziative necessarie “perché Cassa di Risparmio a tutti gli effetti diventi banca dello Stato”. E sempre sul fronte finanziario, mentre si attende l’esito del monitoraggio di Banca centrale sullo stato di salute di tutti gli istituti di credito del Titano, “il governo si sta attivando perché al termine del percorso dell’Aqr ci sia un progetto di sviluppo del sistema bancario”, di cui Cssrm sarà “l’asset fondamentale”. Simone Celli, segretario di Stato per le Finanze, nel suo intervento di ieri sera alla sala Montelupo di Domagnano, nell’evento “A porte aperte” in cui tutti i rappresentanti di governo hanno riferito ai cittadini sul primo mese del proprio operato e annunciato le iniziative future, traccia così il suo percorso iniziato a Palazzo Begni. Mentre rinvia a metà febbraio- data del prossimo faccia a faccia del governo con la cittadinanza- il tema dei conti pubblici, su cui la segreteria alle Finanze sta completando una ricognizione, ne anticipa le criticità.

“Abbiamo ereditato una situazione molto preoccupate- ammette di fronte ad una numerosissima e attenta platea- ci sono problemi ingenti, noi opereremo con grande serietà e trasparenza, ci preme condividere con voi la verità”. E ancora: “Non vi diremo, quando non si potrà dire, che va tutto bene e che risolveremo i problemi- prosegue- insieme a voi condivideremo un percorso difficile complicato ma che ci porterà a risanare il bilancio dello Stato”. Quindi il passaggio sull’assestamento di bilancio che “intendiamo approvare in Consiglio- annuncia- a giugno, massimo luglio”. Dopo un bilancio previsionale forzato che “non era il nostro”, ma è stato approvato “per evitare l’esercizio provvisorio”, ora sarà necessario individuare “misure nel medio-breve termine per mettere in sicurezza liquidità dello Stato- spiega- dobbiamo portare il più possibile il bilancio in pareggio nell’esercizio finanziario 2017”. La manovra di assestamento sarà molto impegnativa, ammette, ma ricorda che “è frutto di gestioni politiche molto discutibili, in ambito delle finanze e del bilancio degli ultimi anni”, quando “la situazione è stata sottovalutata”.

Per raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio la ricetta è quella di “riforme strutturali anche impattanti dal punto di vista sociale”, per esempio rispetto i fondi previdenziali che “non reggono più”. Ma abbinate alle riforme, dovrà esserci la capacità, assicura, di “individuare misure espansive”. Quindi un passaggio sull’Aqr avviata da Banca centrale: “Saremo il primo Stato che verrà monitorato al 100% rispetto al suo sistema bancario e finanziario- sottolinea- nessun Paese prima di San Marino ha messo in campo una iniziativa del genere”. Una volta attenuto il quadro generale della situazione, “il governo si sta attivando- spiega- perché ci sia un progetto di sviluppo del sistema bancario e finanziario”. In tutto questo, “lo Stato giocherà la sua partita- evidenzia- volendo acquisire la proprietà di Cassa di Risparmio”. Dopo 180 milioni di euro immessi nel capitale sociale in 4 anni, “il 46% e rotti”, Celli annuncia che nelle prossime settimane il governo si attiverà “perché a tutti gli effetti Cassa diventi banca dello Stato”. E ancora: “Vogliamo far sì che Cassa diventi l’asset fondamentale del progetto di risanamento del sistema finanziario”. In conclusione, Celli annuncia un anno e parte del successivo in cui “insieme- ribadisce- dovremo condividere misure politiche anche impegnative”. Ma chiede fiducia: “Dopo questa fase- è convinto- avremo grandi prospettive, Adesso.sm ha carte in regola per aprire una nuova stagione di sviluppo”.

26 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988