AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE friuli v.g.

Sanità. Telesca: “FVG attento ai problemi dei pronto soccorso”

 

consiglio.friuli.venezia.giulia-2UDINE – “Questa Giunta si è spesa fin da subito per dare soluzione alle problematiche relative ai pronto soccorso“. Lo ha affermato l’assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca, rispondendo a un’interrogazione della consigliere regionale Mara Piccin che chiedeva come l’amministrazione intenda garantire l’efficiente operatività dei pronto soccorso del Friuli Venezia Giulia.

“Con l’attuazione del Piano dell’emergenza-urgenza – ha aggiunto l’assessore – verranno monitorate le attività, comprese quelle di pronto soccorso, dal Comitato regionale emergenza urgenza e questo al fine di acquisire ogni elemento utile per apportare correttivi all’organizzazione sulla base di puntuali valutazioni tecniche effettuate sul medio-lungo periodo. Si fa comunque presente che il trend degli accessi in pronto soccorso sono in calo“.

In merito al picco di accessi l’8 gennaio scorso a Pordenone, richiamato da Piccin nell’interrogazione, “si è trattato di un evento imprevedibile a cui è seguito”, ha spiegato Telesca, “un incontro organizzato dalla Direzione generale dell’ospedale con il dipartimento di Emergenza per l’analisi dei flussi negli ultimi periodi e la predisposizione delle soluzioni idonee”. L’assessore ha ricordato come in quella struttura sia aperto il bando per l’assunzione di tre medici.

Al pronto soccorso di Udine- ha aggiunto Telesca- nell’ultimo trimestre del 2015 si sono conclusi i lavori di riqualificazione che hanno messo a disposizione ulteriori 160 metri quadrati, attrezzando inoltre 120 metri quadrati per osservazione a breve con 8 posti, portando gli spazi complessivi a circa 1000 metri quadrati con 5 nuovi spazi ambulatoriali e un’ulteriore area per pazienti barellati in attesa”.

A Trieste infine- ha ricordato l’assessore- è stato potenziato il pronto soccorso con l’attivazione di un nuovo ambulatorio e l’aumento di personale (tre medici e tre infermieri professionali), l’inserimento degli assistenti di sala all’ospedale di Cattinara, la riorganizzazione del dipartimento di Medicina con due medici, tre infermieri professionali e cinque operatori sociosanitari in più, il potenziamento di Medicina d’urgenza (sette nuovi posti letto, due medici e sei infermieri professionali in più) e dell’offerta ortopedica con l’attivazione della guardia attiva (con ulteriori due medici) da maggio scorso”.

26 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988