AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE friuli v.g.

Iran. Serracchiani: “Imprese friulane pronte a cooperare”

serracchianiROMA – Dall’odierno Business forum Italia-Iran, con la partecipazione a Roma del presidente iraniano Hassan Rouhani e del ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale Paolo Gentiloni, “è giunto molto chiaro alle imprese italiane, ma anche a quelle friulane, l’invito a collaborare con Teheran: questo Paese è pronto ai grandi investimenti, a creare nuova occupazione, e guarda con interesse all’Italia”, ha sottolineato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani.

E anche la stipula di alcuni accordi con Danieli e Fincantieri (sottoscritti nella giornata di ieri dai presidenti Giampiero Benedetti e Giuseppe Bono), partnership “che ci rendono molto orgogliosi”, ha osservato Serracchiani, ribadiscono come “il Friuli Venezia Giulia sia una regione certamente piccola ma che sta lavorando molto bene nelle sue relazioni internazionali”.

Accordi, siglati ieri a livello di Governi centrali, i tre firmati con la Regione Friuli Venezia Giulia e il Porto di Trieste, quelli sottoscritti da numerose grandi aziende italiane, che “rappresentano solo il primo passo per la nuova economia dell’Iran“, come ha evidenziato nel corso dei lavori del Forum Mohsen Jalalpour, presidente della Camera di commercio iraniana.

L’Italia infatti ha molto da dire nel campo delle Piccole e medie imprese, nei comparti dell’agricoltura e dell’agroalimentare, nei programmi di sviluppo iraniano per le infrastrutture ferroviarie e portuali, nello sviluppo delle nuove tecnologie, ha dichiarato il presidente Hassan Rouhani concludendo l’incontro, e il Paese “guarda con fiducia all’Italia e al suo sistema economico”.

Non pensate all’Iran “come ad un singolo mercato, bensì al centro di un mercato più grande”, ha infine sottolineato Rouhani.

E in questa prospettiva geopolitica, ha sottolineato a conclusione dei lavori la presidente Serracchiani, non si può non tenere conto sia dell’importanza della crescita e dello sviluppo economico di questa nazione, sia “dell’esigenza di una sua contestuale crescita culturale”, vista come freno “a estremismi, terrorismo, violenze”.

Serracchiani ha infine voluto rimarcare il passaggio del presidente Rouhani sulla necessità per l’Iran di nuovi investimenti nel campo della scienza e della ricerca: “la missione istituzionale FVG a metà gennaio a Teheran, con la presenza delle nostre maggiori istituzioni scientifiche – ha affermato la presidente – si è rilevata assolutamente utile e opportuna: è questo un settore di grande interesse per l’Iran, ed evidentemente anche per la nostra regione. Cercheremo dunque di continuare a stringere e consolidare i nostri rapporti bilaterali”.

26 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988