Donne, Boschi: “Non accettiamo che governo si dimentichi di loro”

"Credo che su questa battaglia non possiamo fare passi indietro" sottolinea Boschi

Condividi l’articolo:

ROMA – “E’ importante dare risposte concrete sul tema delle donne. Certamente non possiamo accettare che il governo di Salvini e di Di Maio si dimentichi di loro, o che se ne ricordi purtroppo per togliere diritti e risorse che vanno per le politiche delle pari opportunità”. Lo spiega alla DIRE Maria Elena Boschi, deputata Pd e già sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Gentiloni, interpellata sulla concezione delle donne che trapela dalle posizioni del governo Conte, a pochi giorni dalla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne in programma domani.

“Credo che su questa battaglia non possiamo fare passi indietro- sottolinea Boschi- soprattutto le ragazze più giovani devono sentirsi coinvolte in prima linea”. Sono battaglie “su cui si possono anche superare gli steccati di partito- precisa la deputata PD- visto che riguardano i diritti delle donne. E’ chiaro: servono segnali concreti. Per questo ho chiesto anche a colleghe di altri partiti di firmare insieme emendamenti e proposte alla legge di bilancio, e di lavorare insieme come fatto in passato”.

Oggi, sottolinea Boschi, “dobbiamo ringraziare le nostre mamme e nonne, e quelle donne che ci hanno preceduto in politica e nelle istituzioni, e che si sono impegnate consentendoci di avere i risultati che abbiamo oggi. Purtroppo non sono scontati, per questo dobbiamo continuare a difenderli. Credo ci sia per fortuna una grande consapevolezza anche da parte degli uomini dell’importanza di questi diritti, che non sono la rivendicazione di una parte ma sono diritti per l’intera comunità affinchè la società sia più moderna e l’economia progredisca di più”, conclude.

Leggi anche:

25 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»