Donne, le istituzioni sammarinesi aderiscono al 25 novembre - DIRE.it

San Marino

Donne, le istituzioni sammarinesi aderiscono al 25 novembre

Palazzo Pubblico San MarinoSAN MARINO – Le istituzioni sammarinesi aderiscono alla giornata Internazionale contro la violenza sulle donne che si celebra domani in tutto il mondo. La ricorrenza gode dell’Alto patrocinio dei Capitani Reggenti e sono diversi i messaggi di vicinanza alle vittime da parte degli enti e delle segreterie di Stato impegnate in prima linea su questo fronte. In primis, la Camera Penale della Repubblica ricorda la ricorrenza del 25 novembre e le varie forme di violazioni di diritti umani in cui si attua la violenza di genere. “La Camera Penale è al fianco delle donne che hanno subito violenze- scrive il direttivo- e non farà mai mancare il proprio incondizionato impegno per sostenere ogni misura atta a eliminare questa piaga sociale di cui, troppo spesso, ci si accorge solo al momento della morte violenta di una donna per mano di un uomo”. Quindi la segreteria di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale e l’Istituto per la Sicurezza Sociale comunicano la loro adesione alle iniziative organizzate in occasione del 25 marzo sul Titano, tra cui una campagna di sensibilizzazione.

Non solo, “segreteria di Stato e Iss sono vicine all’Authority Pari Opportunità- prosegue la nota- fortemente impegnata nel promuovere una cultura del rispetto e contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne”. L’Iss fa sapere che fin dal 2011 ha attivato al suo interno “la formazione sul tema della violenza contro le donne e di genere, con l’obbiettivo di sensibilizzare sempre di più il personale su tale tema e di riconoscerne le varie manifestazioni, ma anche di fornire strumenti operativi e strategie adeguate ad accogliere le vittime e supportale nelle varie fasi del percorso di uscita della spirale della violenza”. Infine, la segreteria di Stato per gli Affari esteri sottolinea come San Marino aderisca all’iniziativa “a pieno titolo”. Un anno fa, proprio in questa giornata, ricorda in una nota la segreteria di Palazzo Begni, era stato diffuso il testo normativo di adeguamento alla Convenzione di Istanbul, in concomitanza con la ratifica della Convenzione stessa. E ancora: “Il Paese dispone oggi di tutte le condizioni per operare al meglio- prosegue Palazzo Begni- ha gli strumenti giuridici idonei per progredire sulla strada della prevenzione e appositi Organismi Istituzionali operativi”. Infine, “l’impegno politico è forte- assicura la segreteria di Stato- e San Marino sostiene in maniera incondizionata ogni azione promossa nelle sedi multilaterali volta a ridare dignità alla Donna e al suo ruolo attivo nella società”.

25 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»