Maltempo, Curcio: "Pioggia assolutamente impressionante" /VIDEO - DIRE.it

Liguria

Maltempo, Curcio: “Pioggia assolutamente impressionante” /VIDEO

curcio_2GENOVA – “Certamente i valori di pioggia dimostrano l’eccezionalità dell’evento. Poi, dipende da come la misuriamo: se la misuriamo dagli effetti al suolo è un conto, se la misuriamo dalle persone disperse e decedute è un altro, se la misuriamo rispetto a quanto ha piovuto sono valori assolutamente impressionanti”. Lo dice il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, commentando l’ondata di maltempo che ha investito nelle ultime ore Liguria e Piemonte, questa mattina a Genova prima del sopralluogo nelle località del ponente più colpite. “Ci sono aree della Liguria- prosegue Curcio- in cui negli ultimi 4 giorni è sceso quello che mediamente piove in metà anno, una concentrazione elevatissima. E se ciò ha portato disagi, grande preoccupazione, ma anche il fatto che al momento non si registra nessuno che ha rischiato la vita in Liguria, allora credo che questo sia il punto positivo di riflessione da partire”.

“PROBABILE UN SOPRALLUOGO DI RENZI”

“Lo staff del premier sta valutando come e quando fare un sopralluogo nelle aree colpite dal maltempo in Liguria”. Lo annuncia il capo della Protezione civile nazionale, Fabrizio Curcio, questa mattina a Genova incontrando la stampa. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è già atteso domani nel capoluogo ligure e a Savona per firmare il “Patto per Genova” e per due eventi di campagna elettorale referendaria.

“OK GESTIONE MA TENERE ALTA LA GUARDIA”

“Credo che sia stata data la prova che quando le istituzioni lavorano allineate, con lo stesso obiettivo, i risultati si vedono. Il nodo cruciale è proprio il rapporto tra cittadino e istituzioni: evacuazioni preventive significa che il cittadino si fida delle istituzioni“. Lo dice il capo del dipartimento nazionale della Protezione civile, Fabrizio Curcio, sottolineando la buona gestione del maltempo in Liguria, questa mattina a Genova incontrando la stampa. “Il tema è misurare le attività di prevenzione- prosegue Curcio- abbiamo difficoltà a dire perché le cose sono andate bene: quante vite sono state salvate con le attività preventive? Il meccanismo dell’allertamento spesso è messo sotto accusa, ma dovremmo avere la serenità di fare le analisi quando le cose vanno bene“. Il capo della Protezione civile nazionale ribadisce che “dobbiamo partire dall’analisi di quanto le attività di prevenzione aiutino a superare queste fasi e non dare per scontato il raggiungimento di questi obiettivi. Non c’è memoria storica del raggiungimento della qualità di questi obiettivi, dobbiamo mantenere oleato il sistema: non possiamo distrarci, anche se abbiamo dato una buona prova”.


di Simone D’Ambrosio, giornalista

 

25 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»