Liguria

Maltempo, circa 200 evacuati in Liguria

meteo_maltempoGENOVA – In attesa del capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, il cui arrivo è previsto a Genova alle 12, la Regione Liguria inizia la conta dei danni del maltempo. Nella notte sono state evacuate circa 100 persone a Millesimo, in Val Bormida nel savonese, causa allagamenti. Ancora interrotta la circolazione ferroviaria fra Acqui Terme e San Giuseppe di Cairo ma la situazione del trasporto su ferro è resa ancora più complicata dal mancato recesso dello sciopero. Nel complesso, sono circa 200 gli evacuati nel ponente ligure. Oltre a un pescatore dato da ieri per disperso alla foce dell’Entella tra Chiavari e Lavagna, non si segnalano particolari danni alle persone, ma le maggiori criticità riguardano smottamenti ed esondazioni diffuse.

Nella giornata di ieri, la località più colpita dalla pioggia si è confermata Calizzano, alta Val Bormida savonese, con 366,6 millimetri caduti nell’arco delle 24 ore. I corsi d’acqua sono attualmente tutti in progressiva, lenta discesa anche se permangono livelli alti, seppure entro gli argini, per i torrenti della Val Bormida. Residue precipitazioni sono presenti su alcune zone di Savona, in Valle Stura e nel Levante ma con cumulate contenute. L’allerta rimane rossa fino alle 12 dal confine con la Francia a Capo Noli, sulla costa, e in Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida, per scendere ad arancione dalle 12 alle 15. Già arancione e sempre fino alle 15, invece, l’allerta nel bacino centrale ligure che comprende Genova e Savona, e si estende da Noli a Portofino. Allerta gialla, infine, a levante sia sulla costa, da Portofino al confine con la Toscana, sia nell’entroterra (Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia).

di Simone D’Ambrosio, giornalista

25 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»