Il No Vax a Di Battista: "Ve la intendete con case farmaceutiche, il 21 scendete in piazza con noi" - DIRE.it

Politica

Il No Vax a Di Battista: “Ve la intendete con case farmaceutiche, il 21 scendete in piazza con noi”


ROMA – “Vi state apparecchiando con le case farmaceutiche”. I Cinque Stelle contestati dai No Vax, in piazza del Pantheon. Nel bagno di folla che ha caratterizzato la manifestazione contro il rosatellum, si leva la voce in dissenso di un gruppo di militanti contro il piano vaccini del governo.

Come si vede nelle immagini dell’agenzia Dire, bandiera tricolore al collo, avvicinano Alessandro Di Battista quando questi sta per lasciare la piazza, attorniato da molti simpatizzanti del M5s. A parlare e’ un giovane padre, per chiedere ai Cinque stelle di sostenere la battaglia dei No Vax contro il decreto Lorenzin, che fissa l’obbligatorieta’ del trattamento.

Il 21 novembre prossimo il ricorso della Regione Veneto contro il decreto e’ in udienza alla Corte Costituzionale. E i No Vax chiedono al M5s di manifestare con loro.

“Vogliono fare a tutti i nostri figli dieci vaccini. E tu che ora sei padre come me, lo devi capire“, dice il manifestante che indica un altro uomo, in sedia a rotelle, come “un danneggiato dai vaccini”.

“Anche se sei nel Movimento come me sei prima di tutto un padre”, ricorda il giovane padre a Di Battista, che gli ricorda che dell’argomento se ne sono occupate le senatrici Paola Taverna ed Elena Fattori. “La Fattori pero’ si e’ messa a tavolino apparecchiata con le case farmacuetiche“, attacca il manifestante no vax.

Di Battista nega decisamente: “Questo e’ totalmente falso. Ma figurati se Elena Fattori….”. Il no vax non ci sta: “Dovete dire la verita’. Io sono sincero, non ho nessun interesse ad andare contro il Movimento. Ma il 21 il Movimento deve partecipare con il popolo“.

25 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»