A Firenze arriva la app che aiuta i disabili a evitare barriere e ostacoli in centro

FIRENZE – Si chiama “Kimap” ed è l’app che indica ai disabili i percorsi da seguire nel centro storico di Firenze per superare le barriere architettoniche. Lo strumento, sviluppato dalla start-up fiorentina Kinoa, sarà al centro dell’evento di mappatura degli ‘ostacoli’ per le strade della città in programma sabato 28 ottobre.

Obiettivo del progetto è quello di offrire all’utente le informazioni necessarie per spostarsi autonomamente, da solo o accompagnato, consentendogli di sfruttare le potenzialità delle tecnologie. Alla presentazione dell’app l’assessore alla Smart City Giovanni Bettarini, dal presidente della commissione Urbanistica Leonardo Bieber e dal cofondatore di Kinoa Lapo Cecconi.

“La città- sottolinea Bettarini a Palazzo Vecchio- vuole essere sempre più accessibile e sostenibile anche grazie a progetti innovativi come Kimap. Un’idea più facile di accesso alla città, con un censimento delle strade in base all’accessibilità ai diversamente abili”.

L’amministrazione, ricorda Bieber, “ha di recente approvato una serie di interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli immobili pubblici con oltre 70.000 euro. La vera sfida è proprio quella di realizzare, anche grazie alle nuove tecnologie, piccoli interventi di grande importanza“.

Kimap è già utilizzata in diverse città, con 2.000 download dell’app in tutto il mondo. Crescono anche i dati rilevati: oltre 740 chilometri di strade percorse, quasi 3.000 segnalazioni di ostacoli, barriere architettoniche, pendenze impegnative e punti di interesse, con una classificazione della qualità del terreno in molte realtà urbane e turistiche.

25 Ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»