Due premi Nobel per la Pace chiedono verità per Berta Caceres - DIRE.it

Mondo

Due premi Nobel per la Pace chiedono verità per Berta Caceres

ROMA – Due Nobel per la Pace scendono in campo per chiedere giustizia sull’omicidio dell’ambientalista honduregna Berta Caceres, uccisa nel marzo del 2016 a colpi d’arma da fuoco in casa sua probabilmente da chi non apprezzava il suo impegno civico.

Ad alzare la voce sono state altre due donne coraggiose: l’avvocatessa iraniana Shirin Ebadi, e la yemenita Tawakkol Karman.

“Bisogna andare a fondo- hanno detto stamani- per individuare tutti coloro che hanno tratto vantaggio da questo crimine, senza limitare i processi ai soli esecutori materiali“.

Le due donne hanno organizzato una conferenza stampa proprio nella capitale dell’Honduras, dove sono arrivate venerdì scorso. Come riportano quotidiani internazionali, le due attiviste – laureate entrambe per il loro lavoro a favore dei diritti umani e per il rafforzamento della democrazia in Iran e Yemen – hanno aggiunto: “quando un delitto viene commesso, l’importante è trovare i mandanti e dimostrare che dietro all’omicidio è circolato del denaro”.

Berta Caceres era dirigente del Consiglio civico delle organizzazioni popolari e indigene (Cipinh), che cercò di difendere dalle attività delle grandi aziende, interessate alle risorse naturali.

LEGGI ANCHE

Honduras, ‘Bertita’ Caceres: “Verità su mia madre” VIDEO

Mai così tanti ambientalisti assassinati: 200 in un anno

25 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»