AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE calabria

Eccellenze in mostra a Expo: è la settimana della Calabria – VIDEO

calabria expo6MILANO – La Regione Calabria con i suoi colori, la sua storia, le sue tradizioni e i suoi profumi si mette in mostra a Expo. Da oggi infatti, e fino a mercoledì, ‘La settimana del protagonismo’ si snoderà attraverso sei giorni ricchi di appuntamenti culturali, di approfondimento, di confronto, di promozione e di valorizzazione delle eccellenze che questa regione, guidata dal presidente Marco Oliverio, ha organizzato in collaborazione con organismi, istituzioni e attori locali, nazionali e internazionali.

I temi attorno a cui girerà l’attività di promozione della Regione si inquadrano nelle parole chiave “territorio, biodiversità agricola, biodiversità alimentare, storia e innovazione”, parole attraverso cui si mostreranno al mondo le meraviglie e le particolarità della Calabria, terra accogliente, ricca di paesaggi, di colture e di culture. Una terra dove si produce e si mangia cibo di qualità, e dove si possono fare esperienze uniche di viaggio.expo_calabria

Clicca qui sotto per scaricare il programma

Programma_Settimana_Protagonismo_Calabria(1)

Durante la giornata di apertura i riflettori punteranno sul paniere agroalimentare calabrese e sulle eccellenze agroalimentari regionali diffuse nei mercati internazionali, con particolare attenzione a quelle Dop e Igp. Domani invece sarà il turno di un altro tipo di eccellenze, quelle vitivinicole: in questo ambito la storia del vino e dei vitigni autoctoni calabresi farà da contrappunto alla presentazione della produzione vitivinicola attuale della Calabria, la cui qualità e il cui dinamismo sono ormai riconosciuti. La giornata di domenica vedrà invece come protagonista il cibo cosiddetto ‘naturale’: i temi trattati saranno la tutela e la valorizzazione delle produzioni agroalimentari della montagna calabrese, dove sono localizzati tre dei piu’ importanti e splendidi parchi nazionali del Vecchio continente, l’Aspromonte, la Sila e il Pollino che, insieme alla rete Europarc delle aree protette d’Europa, presenteranno per la prima volta la Carta del cibo sano e sostenibile.

Lunedì invece si consacrerà il ruolo della Calabria nell’eccezionale vicenda che ha portato al riconoscimento della dieta mediterranea come patrimonio dell’Umanità. La storia infatti racconta che proprio in Calabria nel 1957 iniziò il grande lavoro di ricerca dell’equipe di scienziati americani diretti da Ancel Keys, lavoro che portò alla definizione della dieta mediterranea come stile di vita e di alimentazione salutare. In una grande conferenza che vedrà la partecipazione di studiosi e ricercatori da tutto il mondo e organizzata in collaborazione con le università calabresi, l’università di Roma Tor Vergata, l’Istituto nazionale per la dieta mediterranea e nutrigenomica, la dieta mediterranea e la sua declinazione calabrese saranno riproposte come modello alimentare del futuro, in quanto in grado di rispondere al meglio alla domanda di qualità, salute e sostenibilità legate al cibo.

Ricerca, innovazione e tecnologia saranno invece gli argomenti centrali di martedì, durante cui si sottolineerà, anche attraverso la testimonianza di spin off e start up calabresi, la capacità sistemica della ricerca e del sistema produttivo agricolo calabrese nel proporre soluzioni innovative di valore internazionale per quanto riguarda i processi di produzione del cibo. Si arriverà dunque alla conclusione della rassegna, con la giornata di chiusura dedicata essenzialmente all’identità della Calabria come vero e proprio cuore del Mediterraneo. In un percorso che si snoderà tra presente, passato e futuro, dal palcoscenisco di Expo Milano 2015 si parlerà di potenzialità di sviluppo in prospettiva nazionale e internazionale racchiuse nel porto di Gioia Tauro, uno dei maggiori ‘hub transhipment’ del Mediterraneo, al centro dei flussi tra Oriente e Occidente.

Dunque, se il porto di Gioia Tauro rappresenta la proiezione verso il futuro, la storia della Calabria ha comunque radici antichissime: riprendendo il filo della narrazione sul tema del cibo come “addensato di valori culturali” già al centro della mostra ‘Cibo per gli Dei, cibo per gli uomini’ promossa  dalla Regione Calabria in agosto con grande successo riscontrato da pubblico e critica, durante la giornata di chiusura verrà presentata insieme alla Comunità ebraica l’antichissima storia della ricerca del cedro perfetto, che ogni anno si ripete nelle cedriere della costa nord-tirrenica della regione. Infine, sempre in tema di identità regionale, per tutta la rassegna settimanale saranno proiettate immagini inedite dei Bronzi di Riace, girate con le più avanzate tecnologie di ripresa.

Nel corso di tutte e sei le giornate si alterneranno degustazioni allestite da studenti e docenti degli istituti alberghieri della Calabria con spettacoli musicali e teatrali dal vivo. La settimana di protagonismo della Calabria è sì organizzata dalla Regione ma si avvale anche di numerose collaborazioni ad ogni livello: organizzazioni,Consorzi di tutela e assicurazioni di produttori, università e centri ricerca italiani ed esti, la Rai, i parchi nazionali Aspromonte, Sila, Pollino e altri parchi nazionali italiani, il Miur-Ufficio scolastico regionale per la Calabria, e altri attori. Gli eventi si svolgeranno sia al padiglione Italia che negli spazi gentilmente concessi dal padiglione del Corriere della Sera.

di Nicola Mente

Giornalista

25 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram