AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

Direttivo Sinistra unita boccia asse Psd-Dc-Ps e guarda a C10-Rf

sanMarino_piazza_liberta

SAN MARINO – Il Psd, scegliendo di convolare a nozze con la Dc, “ha di fatto sconfessato il grande progetto di riunire la sinistra socialista e democratica, sotto un’unica lista”. Il Direttivo di Sinistra unita sentenzia così, in una nota, la rottura con il Partito dei socialisti e democratici e la fine del cammino insieme in Ssd, la lista nata per unire le forze riformiste del Titano in vista delle prossime elezioni. Le strade quindi per Su e Psd si dividono in quanto il Direttivo del partito di minoranza, riunito ieri sera, ha confermato la “propria ferma contrarietà all’ipotesi di una coalizione tra Pdcs-Ps-Ssd“, perché “non intende partecipare- manda a dire- a un progetto politico che trova le sue basi in un modello che non ha mai accettato e che ha sempre combattuto e contrastato”.

Lo stesso partito di Vanessa d’Ambrosio fa comunque sapere di non voler abbandonare il cammino intrapreso fin qui e “conferma la sua intenzione di lavorare all’aggregazione della sinistra sammarinese, in un progetto chiaro, forte e non subalterno alle paure o alle logiche della vecchia politica”. E ancora: “Sinistra Socialista Democratica– ribadisce- non può e non deve cadere nel vuoto; era, è e sarà un progetto vincente ed era ed è il simbolo di una sinistra democratica forte e coraggiosa, che sa guardare oltre le ferite e le diaspore del passato”. Del resto, gli ostacoli era noti: “Abbiamo avuto fin dall’inizio- spiega Su- forze che vedevano e lavoravano affinché il progetto si legasse ad un asse con la Democrazia Cristiana”. Ma per Su é inconcepibile accettare la linea della conservazione, dei colpi di spugna, dei favoritismi- manda a dire- queste persone non saranno mai di sinistra, né socialiste”.

Prese le distanze dal Psd, guardandosi intorno, Sinistra Unita rilancia l’asse con l’alleato storico Civico 10 in vista del prossimo appuntamento elettorale e allarga gli orizzonti verso #RepubblicaFutura. Infatti, “la Direzione- fa sapere- ha conferito al gruppo dirigente il mandato per rafforzare la collaborazione con Repubblica Futura, con cui si sono evidenziate comuni vedute sull’analisi della situazione generale del Paese e sulle soluzioni politiche da mettere in campo nell’interesse esclusivo della comunità sammarinese”. La porta resta aperta per LabDem, “il cui rapporto è stato giudicato positivo e costruttivo, sia in ambito consiliare, sia nel progetto di Ssd”. Infine, Su lancia un appello “a chi si riconosce nella grande casa della sinistra sammarinese e in quello che è il progetto di Sinistra socialista democratica”.È un invito rivolto quindi a chi dal Psd può essere non è troppo convinto della scelta del proprio partito. “Non lasciamo che la nuova casa della sinistra, socialista, democratica venga distrutta da chi la vuole usare per proprio comodo”. E ancora: “Chi condivide il progetto che insieme abbiamo lanciato il 25 marzo 2016- insiste infine Su- deve continuare a stare insieme”.

25 agosto 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988