AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE friuli v.g.

Inaugurato a Rivolto (Udine) il museo delle Frecce tricolori

frecce tricolori museoE’ stata inaugurata oggi la nuova area museale dedicata alle Frecce Tricolori, ospitata nella base di Rivolto che documenta, attraverso una galleria fotografica, la storia della Pattuglia acrobatica nazionale (Pan) che celebrerà il cinquantacinquesimo anniversario i prossimi 5 e 6 settembre.

E’ stato il pilota Jan Slangen, che accompagna la Presidente della Regione Friuli, Deborah Serracchiani, il Presidente nazionale Unicef, Giacomo Guerrera, a spiegare foto per foto la storia di un’eccellenza tutta italiana che nasce nel 1961 con l’F-86 E.

Da sempre Rivolto è base di attrazione proprio per le Frecce Tricolori, fiore all’occhiello dell’Aeronautica Militare. “La scelta- prosegue Slangen- è stata quella di promuovere il territorio, rendendolo base di un’attrazione per il grande pubblico. Siamo tutti orgogliosi del risultato”.

Importante la presentazione della manifestazione e del museo, come prova di un fruttuoso gioco di squadra e di coordinamento tra Aeronautica Militare, Istituzioni locali e un partner dal prestigio internazionale come Unicef. Il 5 e il 6 settembre all’Aeroporto di Rivolto, infine, manifestazione aerea della Pattuglia Acrobatica Nazionale.

Il museo delle Frecce Tricolori “è costato 300 mila euro ed è stato consegnato con 7 giorni di anticipo” ha commentato il presidente della Regione Friuli, Debora Serracchiani. “Siete lo strumento migliore- concluso la presidente rivolgendosi ai piloti presenti- per far conoscere il nostro territorio e per far capire- sottolinea con una nota ironica- dove si trova il Friuli Venezia Giulia. L’orgoglio di poter dire che abbiamo lavorato a questo progetto è il modo migliore per essere ripagati. Le Frecce Tricolori esistono sul sito di Rivolto da sempre e ora ci avviamo a celebrarne i 55 anni; esse rappresentano uno dei nostri migliori biglietti da visita”.

La manifestazione area del 5 e 6 settembre viene dedicata ad esibizioni di aerei solitari e pattuglie acrobatiche di undici diverse nazioni. Tra le formazioni civili sarà presente il “WeFly! Team”, unica compagnia acrobatica italiana composta prevalentemente da piloti disabili. Si potranno ammirare anche dimostrazioni di capacità operative, mostre statiche di aerei e di equipaggiamenti associati al volo, militari e civili.

Oggi è stato firmato, infine, l’accordo dell’Aeronautica militare con Unicef; a siglarlo il generale Maurizio Lodovisi e il presidente di Unicef Italia Giacomo Guerrera.

25 agosto 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988