Pakistan, attentato a Quetta nel giorno delle elezioni: oltre 30 morti

ROMA – Oltre 30 persone sono state uccise oggi in conseguenza dell’esplosione causata da un attentatore suicida nella citta’ di Quetta, nella provincia occidentale del Belucistan, dopo l’apertura dei seggi per le elezioni legislative in Pakistan.  Fonti di stampa locali riferiscono di una rivendicazione da parte del gruppo Stato islamico. Nell’esplosione, che si e’ verificata di fronte a un seggio elettorale, avrebbero perso la vita anche tre agenti e due minorenni.
Episodi di violenza, meno gravi, sono stati segnalati anche in altre zone del Paese nonostante per garantire la sicurezza nel giorno del voto siano stati dispiegati circa 370mila soldati e centinaia di migliaia di poliziotti. Sul piano politico, la sfida e’ tra i partiti dell’ex campione di cricket Imran Khan e dell’ex primo ministro Nawaz Sharif, vincitore delle ultime elezioni da alcuni giorni in carcere.

Pakistan, mercoledì al voto. In testa i partiti conservatori

 

 

25 Luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»