Michael Jackson, a nove anni dalla morte il tributo dei fan sui social

ROMA – Sono passati 9 anni dalla scomparsa del “re del pop”, eppure sembra solo ieri. Era il 25 giugno del 2009 quando Michael Jackson moriva improvvisamente nella sua casa a Los Angeles a causa di un attacco cardiaco provocato da un’intossicazione da propofol. Una morte molto discussa, che ha gettato nella disperazione milioni di fan. 

Nato il 29 agosto del 1958, l’eterno Peter Pan se n’è andato a soli 51 anni. Una vita unica la sua, in cui la musica ha significato tutto, rubandogli un’infanzia che forse avrebbe meritato di vivere a pieno e che invece ha trascorso a cantare insieme ai suoi fratelli. A sei anni era già sul palco, mentre i “Jackson Five”, un singolo dopo l’altro inanellavano successi. Quindi la carriera da solista e la vetta raggiunta con “Thriller”, l’album che, la Recording Industry Association of America, ha riconosciuto come il più venduto di sempre nella storia della musica. Famoso oltre ogni limite anche il video di questo singolo, il primo a fondere la musica con una vera e propria sceneggiatura filmica e una coreografia. Quindi le tante operazioni chirurgiche, il matrimonio con la figlia di Elvis, Lisa Marie Presley, e qualche anno dopo con Deborah Jeanne Rowe. I tre figli, la villa- parco giochi “Neverland” e le accuse di molestie verso minori.

Mille vite in una di cui alla fine resta nel cuore (e nelle orecchie) la musica e le emozioni uniche che con le sue note Michael Jackson è riuscito a regalare. Conferma ne è l’affetto che dopo quasi un decennio dalla sua scomparsa gli hanno riservato oggi gli utenti sui social, con un fiume di post che hanno invaso twitter, mentre #MichaelJackson e #9YearsWithoutMichaelJackson scalavano la classifica dei trending topic. Tra i fan anche molti millennians, poco più che bambini nel 2009, quando il cantante venne a mancare, ma che nonostante ciò ricordano perfettamente quel momento e ancora oggi portano nel cuore l’eterno Peter Pan.

 

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

25 Giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»