Unione Europea, avanti con pacchetto sicurezza: Italia astenuta

ROMA – “Siamo convinti che il prossimo governo italiano rispetterà le regole nazionali ed europee“. Così il ministro delle finanze bulgaro, Vladislav Goranov, a nome della presidenza bulgara di turno dell’Unione europea, al termine dell’Ecofin rispondendo alle domande dei cronisti sul ruolo che il nuovo governo italiano potrà giocare su importanti capitoli dell’unione bancaria europea. I ministri delle finanze europee hanno dato il via libera al pacchetto bancario pensato per ridurre i rischi nel settore creditizio europeo nonostante l’astensione di Italia e Grecia.

“Ora è tempo di andare avanti con la riduzione del rischio e solo successivamente con la condivisione del rischio”, ha spiegato il ministro bulgaro a fronte dell’astensione italiana e greca motivata proprio con un’attenzione europea giudicata non sufficiente sulla riduzione del rischio. La decisione finale dell’Ecofin, preceduta da un passaggio al Parlamento europeo, è attesa per giugno. “Supportiamo la presidenza bulgara per raggiungere un accordo entro giugno”, si è limitato a commentare il commissario Ue all’Euro Valdis Dombrovskis evitando ogni preciso riferimento al governo italiano in formazione.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

25 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»