Roma come Ibiza e Shangai, arrivano le ‘Immersive show dinner’

ROMA –Roma come Ibiza e Shangai. Con l’avvio degli “Immersive show dinner” la Capitale d’Italia si pone alla testa delle città più cool del mondo. Arriva infatti alla Casina Valadier un nuovo format di eventi, ad oggi presenti solo nella megalopoli cinese e nell’isola della movida, che legano assaggi gourmet di chef stellati, giochi di luce, suoni e show interattivi con artisti del mondo del cinema e della musica. I primi “Immersive show dinner” andranno in scena fino a fine luglio con le serate “Discoverit” a cura dello chef Massimo Viglietti, stellato Michelin del ristorante Enoteca Achilli al Parlamento e sono descritti dagli organizzatori come “una vera e propria sinfonia di aromi, sapori, musiche ed immagini alla scoperta delle eccellenze italiane attraverso i piaceri del gusto”.  Tra un assaggio ed un altro i partecipanti vivranno le emozioni di scenari unici, con proiezioni e giochi di luce alle pareti, come in un viaggio tra le meraviglie dell’Italia che svelerà le eccellenze più autentiche e inaspettate del nostro Paese legate a Pittura, Cinema, Vino, Città d’Arte e Moda.

Non è un caso che il format romano degli Immersive show dinner “saranno esportati presto a Dubai e Miami con un obiettivo di internazionalizzazione e per portare l’eccelenza italiana nel mondo”, ha spiegato l’organizzatore e ideatore italiano Pier Paolo Roselli che ricorda come “tutto nasce dall’esperienza di prestigiosi eventi aziendali che abbiamo voluto rendere accessibile ad un ad una clientela selezionata creando nuove esperienze multisensoriali”. “Gli ospiti- ha spiegato ancora Roselli- saranno immersi tra sapori, aromi, immagini, musiche ed effetti speciali, che li condurranno in mondi fantastici e che amplieranno di gran lunga le già eclatanti proposte gastronomiche che le cene stellate di così alto livello garantiscono. Un progetto di food entertainment che si pone l’obiettivo di valorizzare gli Chef, Roma e le Eccellenze Italiane come citta’ d’arte, vini, moda, pittura e cinema, che già ci contraddistinguono nel mondo, attraverso l’utilizzo di sofisticate tecnologie digitali in grado di ambientare le cene in contesti sempre diversi, affascinanti ed estremamente avvolgenti”.

“L’Immersive Room- ha aggiunto Roselli- sarà anche disponibile per eventi corporate, meetings e feste private originali ed innovative, personalizzabili ad hoc grazie ad un team di lavoro dedicato in grado di adattare i contenuti alle diverse iniziative speciali”.  Il costo dell’evento romano sarà di 300 euro, una cifra più contenuta rispetto a quanto si spende a Shangai (500 dollari) o Ibiza (1500 euro). Ogni due settimane saranno poi previste serate a 4 mani. Le prime due prevedono la presenza dello chef Stefano Marzetti del Mirabelle mentre l’8 e 9 giugno ci sarà Giuseppe Di Iorio di Aroma. A seguire saranno ospiti di Immersive Show Dinner Alessandro Narducci del Ristorante Acquolina presso il The First e Domenico Stile di Enoteca La Torre presso Villa Laetizia.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

25 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»