L'Egitto piange l'aereo caduto, veglia silenziosa di protesta FOTO - DIRE.it

Mondo

L’Egitto piange l’aereo caduto, veglia silenziosa di protesta FOTO

Egitto_Disastro EgyptAir-Veglia silenziosa_Agenzia Dire_2

IL CAIRO – Sulla scalinata d’ingresso del Sindacato dei Giornalisti si e’ riunita ieri l’ennesima folla di protesta. Stavolta pero’, i consueti cori e gli slogan sono stati sostituiti da una veglia silenziosa e laica. Gli scatti del giornalista dell’agenzia DIRE al Cairo hanno immortalato candele, fiori bianchi e abiti neri per ricordare le vittime del volo EgyptAir, precipitato nel Mediterraneo la settimana scorsa, e sulle cui cause ancora non e’ stata fatta luce.

Il disastro aereo per i manifestanti – che si sono rifiutati di parlare con i giornalisti per non rompere il silenzio – è divenuto metafora della situazione politica che grava su un paese affamato di democrazia e di stabilita’ economica. A questo si aggiunge la crisi che si e’ abbattuta sull’EgyptAir, una delle principali aziende del paese: “L’EgyptAir e’ la storia del nostro popolo” ha scritto qualcuno su un cartello, mentre su un altro si legge: “un momento per piangere le vittime dell’aereo egiziano. Noi continueremo a sostenere l’EgyptAir”.

Il volo, partito da Parigi e diretto al Cairo, trasportava 66 persone tra ciurma e passeggeri. Secondo gli investigatori, al momento, tutte le piste sulle cause sono ancora aperte: dal guasto tecnico all’attentato terroristico, nonostante il fatto che ad oggi, nessun gruppo ne abbia ancora rivendicato la paternita’. Nei giorni scorsi insieme ad alcune parti dell’aereo, sono stati ritrovati anche dei resti umani: “abbiamo prelevato campioni di Dna dai famigliari delle vittime per poterli identificare” ha fatto sapere ieri il ministero dell’Aviazione civile egiziana.

25 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»