Sisma de L'Aquila, Pezzopane: "Primo sì per commissione d'inchiesta sulla ricostruzione" - DIRE.it

Abruzzo

Sisma de L’Aquila, Pezzopane: “Primo sì per commissione d’inchiesta sulla ricostruzione”

terremoto

ROMA – “La Commissione Ambiente del Senato ha approvato all’unanimità questa mattina l’istituzione della Commissione d’inchiesta sulla ricostruzione post sisma a L’Aquila e nei Comuni del cratere. Ora il testo deve approdare nell’Aula del Senato per il sì definitivo. L’auspicio e l’impegno è che l’approvazione definitiva arrivi entro l’estate, per l’insediamento di questo importante organismo nel più breve tempo possibile”. Lo dice la senatrice del Pd Stefania Pezzopane, eletta a L’Aquila e prima firmataria di una delle proposte, che sottolinea come: “oggi si compie un passo avanti importante per fare piena luce su quanto è avvenuto a L’Aquila e in Abruzzo subito dopo il terremoto del 2009 e per accelerare la ricostruzione, rendendo più trasparenti ed efficaci sia l’uso delle risorse che le procedure”.

“Si tratta- spiega Pezzopane- di una commissione monocamerale di inchiesta, composta da 20 senatori, che avrà il compito di indagare, con gli stessi poteri della magistratura, sulla modalità di gestione dell’emergenza, della ricostruzione e delle risorse stanziate, sulle procedure di appalto e di subappalto, sulle misure di sicurezza attuate per prevenire il saccheggio degli edifici abbandonati a causa del sisma, sui motivi che hanno indotto a ricorrere ad ordinanze della Presidenza del Consiglio e non ad una legge ad hoc, sulla realizzazione dei celebri moduli CASE per ospitare gli sfollati, e si prevede anche un raffronto con le altre calamita distruttive accadute in Italia. La Commissione, che dovrà concludere i propri lavori in questa legislatura, avrà inoltre il compito di verificare la congruità della legislazione vigente per la ricostruzione e vigilare sull’evoluzione delle condizioni di salute della popolazione colpita dal sisma, delle condizioni di accesso ai servizi e dell’assistenza sociale e sanitaria”.

25 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»