Il miglior insegnante al mondo è keniano, e tifa Africa

È un frate francescano originario del Kenya e gli è stato consegnato un premio internazionale da un milione di dollari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “E’ arrivato il tempo dell’Africa”: parola di Peter Tabichi, frate francescano originario del Kenya, insignito a Dubai del Global Teacher Prize, un premio internazionale da un milione di dollari. Tabichi, 36 anni, è stato selezionato per l’impegno come docente di scienze presso la Keriko Secondary School, nel villaggio di Pwani, situato in una regione arida, dove uno studente su tre vive al limite della sussistenza.

A colpire la giuria sono state sia le formule sia la solidarietà di Tabichi, che dona regolarmente l’80 per cento del suo stipendio agli alunni svantaggiati del villaggio. “Come insegnante, vedo la curiosità dei giovani, il loro talento, l’intelligenza e le speranze” ha detto il frate dopo la premiazione.

“I giovani africani non saranno trattenuti a lungo dalle basse aspettative”. Per conquistare il premio, Tabichi ha superato la concorrenza di 10mila candidati originari di ben 179 Paesi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»