Tg Sanità, edizione del 25 marzo 2019

Tg Sanità, edizione del 25 marzo 2019

ARRIVA LA ‘GOVERNANCE DEI DISPOSITIVI MEDICI’. VERSO Il REGISTRO PROTESI

E’ stato presentato al ministero della Salute il documento programmatico sulla ‘Governance dei dispositivi medici’. “Un orgoglio e un vantaggio” lo ha definito il ministro della Salute Giulia Grillo che ha annunciato, come già previsto dalla legge di bilancio, l’implementazione e obbligatorieta’ dei registri delle protesi mammarie e della artroprotesi. Strumenti che con queste caratteristiche saranno unici al mondo e costituiranno una garanzia di trasparenza e tutela dei pazienti. Ascoltiamo le parole che il ministro ha indirizzato alle Regioni, parlando del cosiddetto strumento HTA- Health Technology Assessment – che consente un efficiente sistema per la nomenclatura nel mare magnum dei dispositivi medici.

LA FESTA DEL BAMBINO GESU’: 150 ANNI DEL PRIMO OSPEDALE PEDIATRICO

“Il futuro e’ una storia di bambini”: con questo slogan l’ospedale pediatrico Bambino Gesu’ ha deciso di celebrare i suoi 150 anni. Primo vero ospedale pediatrico italiano, tra i poli piu’ importanti d’Europa, ha accolto per i festeggiamenti all’Auditorium di San Paolo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il segretario di Stato della Santa sede, il Cardinale Pietro Parolin. Ma non solo: all’evento hanno preso parte anche il sindaco di Roma Virginia Raggi, il presidente del Lazio Nicola Zingaretti e il presidente dell’ospedale Mariella Enoc. “Un punto di riferimento di Roma, dell’Italia e di tanti altri luoghi del mondo” lo ha definito Mattarella che ogni anno conta 28mila ricoveri, 29mila procedure chirurgiche, 84mila accessi al pronto soccorso, un milione 900mila prestazioni ambulatoriali ed e’ anche sede italiana del piu’ grande database mondiale per le malattie rare.

RIABILITAZIONE RESPIRATORIA. DAL SIMPOSIO ARIR SFIDE E PREOCCUPAZIONI

Gestione domiciliare dei pazienti con insufficienza respiratoria e superamento delle criticità relative ai pochi riabilitatori presenti nei centri di cura italiani. Sono le sfide al centro del Congresso internazionale dell’associazione riabilitatori dell’insufficienza respiratoria (ARIR) che si è tenuto a Treviso e che ha visto la presenza di specialisti molto giovani. La riabilitazione respiratoria in Italia è sotto-utilizzata. Una ricerca dell’Arir ha rilevato che solo il 13% di 526 pazienti con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva) ha avuto accesso a un programma di riabilitazione e un’ulteriore indagine svolta su 1310 ospedali e centri di cura, sia pubblici che privati, ha evidenziato che solo nel 38% delle strutture ospedaliere contattate è stato rintracciato almeno un dispositivo FtR. Ascoltiamo il bilancio del congresso dalle parole del presidente Andrea Lanza.

DAL 29 APRILE ETEROLOGA A RISCHIO IN ITALIA

Un bambino su trenta in Italia nasce con tecniche di procreazione medicalmente assistita. Vengono eseguiti piu’ di 97.000 trattamenti di Pma l’anno, di cui 6 mila sono quelli di eterologa e il 95% delle eterologhe e’ reso possibile da seme e ovociti importati, perche’ l’Italia è fanalino di coda in Europa per la donazione di gameti. Dal 29 aprile la tecnica diventa a rischio in molti centri italiani perché potrebbe non essere possibile importare gameti. E’ entro questa data infatti che i centri devono poter acquisire la certificazione di conformita’ che consente di iscriversi nel compendio europeo degli Istituti di tessuti, questo perché manca un’apposita autorizzazione per questi trattamenti. Per superare questo impasse la Fondazione PMA ha inviato una richiesta urgente al ministro Grillo, chiedendo una proroga e un’accelerazione alle Regioni per chiudere gli iter in corso. Il 29 aprile e’vicino.

‘GUARDIA MEDICA E CONTINUITA’ ASSISTENZIALE’: ECCO IL LIBRO DELLA FNOMCEO

E’ stato presentato al ministero della Salute il libro, che è un vero e proprio manuale pratico di supporto ai professionisti, scritto da Filippo Anelli, presidente Fnomceo, e Antonio Velluto, medico di Continuita’ assistenziale sulla figura della guardia medica. Un vademecum che fornisce aiuto immediato per riconoscere e trattare le patologie con cui si viene a contatto, nelle ore diurne dei giorni festivi, di notte e per persone di ogni eta’. All’agenzia Dire il presidente della Fnomceo ha spiegato cosa voglia dire sentirsi sempre di piu’ medici del cittadino. Ascoltiamolo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

25 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»