AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Sold out in tre ore per le visite a casa di Lucio Dalla

La casa di Lucio Dalla in via D'Azeglio, a  Bologna

La casa di Lucio Dalla in via D’Azeglio, a Bologna

BOLOGNA – Sono andati esauriti in tre ore i biglietti per la casa di Lucio Dalla, che sarà aperta in via straordinaria per tre giorni (2-3-4 marzo), in occasione dei tre anni dalla morte del cantautore. In verità, gli ingressi a disposizione erano limitati: 622 in totale, di cui 436 online e 186 venduti fisicamente negli sportelli di Bologna Welcome in piazza Maggiore. Ciò non toglie che l’evento “A casa di Lucio” organizzato dalla Fondazione Lucio Dalla abbia scatenato grande curiosità nei bolognesi e non solo. Chi non è tra i pochi fortunati, potrà seguire le dirette di WebNotte (due puntate speciali, il 3 e 4 marzo) su Repubblica.it e di Radio2. In piazza dei Celestini, inoltre, a due passi dalla casa di Dalla in via D’Azeglio, sarà a disposizione per tutti e tre i giorni un pianoforte dove, chiunque vorrà, potrà suonare la sua canzone preferita del repertorio del cantautore.

Domenica prossima, 1 marzo, per ricordare Dalla torna l’iniziativa “Una canzone per Lucio”, organizzata dall’associazione “Succede solo a Bologna”. Alle 11, tutti i bolognesi (privati, enti e associazioni) sono chiamati ad aprire le finestre e alzare il volume dello stereo al massimo per far risuonare all’unisono le note di “4 marzo 1943”. Dopodichè, ognuno potrà continuare con le canzoni di Dalla che ama di più. Le scorse edizioni, fa sapere l’associazione, “hanno coinvolto una media di 10.000 partecipanti, insieme all’aeroporto Marconi di Bologna e diverse radio”.

25 febbraio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988