AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sanità

Salute, il sole fuori stagione ‘brucia’ la pelle di oltre 2 milioni di italiani

estatePiste da sci e spiagge lontane: circa 1 italiano su 4 si concede una vacanza invernale al mare o in montagna, ma in quasi il 20% dei casi le scottature rischiano di rovinare riposo e divertimento. Si stima, infatti, che il sole fuori stagione scotti ogni anno la pelle di oltre 2 milioni di italiani. Un problema da non sottovalutare, questo, se si considera che in media un italiano accumula ben 5-6 scottature nel corso della vita, il 15% supera la soglia critica delle 10 ustioni e il 7% ne subisce addirittura più di 20. Sono alcuni dei dati che emergono dall’indagine ‘Il sole fuori stagione’, promossa da Roche e condotta da GfK Eurisko su un campione rappresentativo della popolazione italiana.

Gli esperti, quindi, raccomandanobuon senso e maggiore attenzione nel proteggersi dal sole, tanto d’estate quanto d’inverno. Sono, infatti- fanno sapere- circa 1.900 (5 ogni 24 ore) le persone che ogni anno in Italia muoiono a causa di melanoma, il tumore della pelle più temuto”. Buone notizie, intanto, arrivano dalla ricerca scientifica: l’Ema (Agenzia europea del Farmaco) ha infatti approvato la combinazione dei farmaci a bersaglio molecolare vemurafenib-cobimetinib per il trattamento del melanoma avanzato o metastatico BRAF mutato, che ha dimostrato “di aumentare significativamente la sopravvivenza media dei pazienti fino a quasi 2 anni, riducendo così il rischio di morte del 30%. La mutazione del gene BRAF- concludono gli esperti- è presente in circa il 50% dei melanomi”.

25 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988