AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Litiga con l’autista e prende a mazzate lo scuolabus. Con i bambini dentro

BOLOGNA – Brutta avventura per uno scuolabus in servizio questa mattina a Bologna, nel quartiere Santo Stefano: a seguito di un diverbio nato in mezzo al traffico, un automobilista ha aggredito l’autista e poco dopo se l’è presa con il mezzo, danneggiandolo a quanto pare con una mazza chiodata. Al momento del secondo episodio a bordo del bus c’erano diversi bambini, ma nessuno di loro si è fatto male anche se ovviamente non è mancato lo spavento. A ricostruire l’accaduto, sulla base delle prime informazioni ricevute, è la presidente del quartiere Santo Stefano, Ilaria Giorgetti.

giorgettiL’episodio sembra si sia sviluppato in tre diversi momenti. Tutto è cominciato mentre lo scuolabus della Cosepuri, che effettua il servizio per conto del Comune, stava portando un turno di bambini alle scuole Cremonini-Ongaro, in zona San Mamolo: è in quel frangente che è scoppiato un diverbio tra un automobilista e l’autista, originato per motivi a quanto sembra piuttosto banali. E’ volato qualche insulto e l’autista ha proseguito per la propria strada, lasciando i bimbi a scuola. Nel tornare indietro, però, il conducente si è trovato lo stesso uomo di prima in mezzo alla strada. Probabilmente l’autista è sceso dal mezzo, perchè a quel punto l’altro lo ha colpito con un pugno al volto: tanto che “ora l’autista è al Pronto soccorso”, riferisce Giorgetti alla ‘Dire’. “Per difendersi sembra che il conducente abbia spintonato l’uomo”, racconta sempre la presidente del Quartiere. Ma non è finita qui, perchè la scena si è ripetuta anche poco più tardi, mentre lo scuolabus (di nuovo carico di bambini) stava dirigendosi verso le Cremonini-Ongaro: stavolta l’automobilista si è scatenato contro il pulmino usando “una mazza o qualcuno dice addirittura una mazza chiodata“, riferisce Giorgetti, “distruggendo il parabrezza”.

scuolabusSono stati chiamati sia i Carabinieri che i vigili urbani e, spiega la presidente, è già stata fatta denuncia. Intanto, “la nostra premura è stata quella di avvisare le famiglie”, aggiunge Giorgetti: nessuno dei bambini si è fatto male, ma ovviamente “si sono spaventati”. Di certo si tratta di un “episodio molto grave”, commenta la presidente: “Purtroppo sono cose che succedono, capita che ci sia il matto di turno e stavolta la sfortuna è stata che a bordo ci fossero dei bambini”. Quanto accaduto stamattina “conferma che la gente perde molto facilmente la pazienza” e questo accade soprattutto quando si ha a che fare con il traffico, aggiunge la presidente, non rinunciando ad una stoccata nei confronti dell’amministrazione: “Non per attaccare sempre, ma è un dato oggettivo che ci siano diverse strade intasate e se uno prende quel tratto di via San Mamolo la mattina, rischia di restarci due ore”.

di Maurizio Papa, giornalista professionista

25 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988