Lazio

Smog, il 28 e il 29 dicembre a Roma blocco totale del traffico. O forse no: “Sono in corso le valutazioni”

trafficoROMA – Il Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, ha disposto il blocco totale della circolazione di tutti i veicoli all’interno della Fascia Verde nelle giornate di lunedì 28 dicembre e martedì 29 dalle ore 10 alle ore 16. Il provvedimento si è reso necessario a causa del persistere della presenza di agenti inquinanti nell’atmosfera oltre il limite consentito dalla normativa in materia di qualità dell’aria.

In occasione delle due giornate di limitazione del traffico privato, Il Campidoglio ha dato indicazione all’Atac di venire incontro alle esigenze di mobilità dei cittadini e di  favorire l’uso del trasporto pubblico locale emettendo un titolo di viaggio speciale, “Ecobit”, un biglietto da 1,50 euro che avrà validità giornaliera e con il quale si potrà viaggiare su bus, tram e metro in tutto il territorio della Capitale.

L’adozione delle misure di contenimento dell’inquinamento e le incentivazioni all’uso dei mezzi di trasporto pubblico sono provvedimenti adottati a tutela della salute dei cittadini. E’ stato stabilito, inoltre, che sull’intero territorio comunale la temperatura per il riscaldamento di case e uffici non superi il valore massimo di 18 gradi (ad eccezione di ospedali, cliniche, scuole e assimilabili) e, in concomitanza con il provvedimento di blocco della circolazione, venga ridotto da 12 a 8 il numero di ore di funzionamento degli impianti termici.  Si ricorda che potranno circolare le categorie di veicoli meno inquinanti: metano, gpl, ibride, Euro 6 e ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e motocicli quattro tempi Euro 3. Per info e dettagli sui veicoli esentati dai blocchi: www.comune.roma.it

Poco dopo la nota diffusa, ne arriva un’altra: “Il Campidoglio precisa che sono ancora in corso le valutazioni sui provvedimenti di limitazione del traffico su tutte le giornate post natalizie, sulla base dei dati scientifici e delle rilevazioni tecniche tutt’ora in atto”.

Leggi anche:

24 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»