AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE CINEMA

Cinema, dal 28 novembre al via Riff-Rome Independent Film Festival

ROMA –  Oltre 100 film in anteprima italiana, focus su Spagna, diritti umani e mondo Lgbtq. Dal 28 novembre al 10 dicembre alla Casa del cinema di Roma torna Riff – Rome Independent Film Festival, diretto da Fabrizio Ferrari. Arrivato alla XVI edizione, tra i film in concorso quest’anno il Riff propone anche ‘Oltre La Nebbia – Il Mistero di Rainer Merz’ di Giuseppe Varlotta con Pippo Delbono, Corinne Clery e Cosimo Cinieri, che sarà presentato venerdì 1 dicembre alle 22 alla presenza del regista in sala e del cast.

I film in concorso

Gli altri film internazionali in concorso sono gli argentini ‘A Winter To Remember‘ di Cecilia Valenzuela Gioia, che sarà presentato martedì 28 novembre alle 22.15 e rientra nei film legati all’identità di genere, e ‘Cetaceos’ di Florencia Percia che sarà presentato domenica 3 dicembre alle 21.30. Nel concorso anche ‘Bernard and Huey’ di Dan Mirvish (Usa), ‘Falling In/Out In Love’ di Dominic Bachy (Francia) e ‘Hagazussa – A Heathen’s Curse’ di Lukas Feigelfeld (Germania). Infine, Maria (Y Los Demas) di Nely Reguera (Spagna) sarà proiettato venerdi 1 dicembre alle ore 20.10 nell’ambito del Focus sulla Spagna.

I documentari italiani

Tra i documentari italiani in concorso ci sono ‘Più Libero Di Prima’ di Adriano Sforzi e ‘Avanti’ di Lucia Senesi, che racconta la crisi sociale contraddistinta da un vuoto politico enorme. Il doc cerca di leggere il presente con gli occhi di Antonio Gramsci, uno dei fondatori del Partito comunista italiano, con quelli di Pietro Nenni, che guidò il Partito socialista in Italia per molti anni e con quelli di Sandro Pertini, uno dei presidenti della Repubblica più amati della storia (sarà presentato il 29 novembre alle 21).

Racconta il pugilato romano ‘Boxe Capitale’ di Roberto Palma (proiettato domenica 3 dicembre alle 20), mentre ‘Caffè Sospeso’ di Fulvio Iannucci e Roly Santos Pesaresi è ambientato a Napoli, dove esiste la vecchia tradizione di donare una tazzina di caffè a beneficio di uno sconosciuto, di una persona bisognosa. Il caffè sospeso è il punto di partenza per un viaggio attraverso le storie di tre persone reali che vivono in tre luoghi del mondo molto lontani fra loro – Napoli, New York e Buenos Aires. Grazie al caffè, tutti e tre hanno cambiato la propria vita e raggiunta la libertà (sarà presentato giovedì 30 novembre alle 20.30). Sempre per i documentari italiani in concorso ci sono infine ‘Fuoricampo’ del collettivo Melkanaa che fa conoscere la Liberi Nantes Football Club, una squadra di calcio composta da rifugiati e richiedenti asilo (sabato 2 dicembre alle 17.30) e ‘In Aquis Fundata’ di Andrea De Fusco (domenica 3 dicembre alle 16).

I cortometraggi

Tra i cortometraggi in concorso al Riff 2017 nuove e vecchie conoscenze: ‘4 battiti’ di Natalia Piervincenzi, ‘A Heart In The Drawer’ diretto da Roberto Leoni, patrocinato da Amnesty International Italia e selezionato al Views of the World Film and Music Festival a Montreal, a cui si aggiungono ‘Actus Reus’ del giovane Julian Grass e Francesco Testi con il suo ‘Oltre la finestra’ che mettono in scena una realtà molto delicata, quella della violenza sulle donne.

Premio al corto più web

Per la sezione cortometraggi italiani in concorso, in collaborazione con Rai Cinema Channel, verrà assegnato un premio al corto più web, per il valore di 3.000 euro. Il riconoscimento vuole premiare l’efficacia di un racconto che si presta a essere diffuso sui canali web. Il premio consiste in un contratto di acquisto dei diritti web e free tv del corto da parte di Rai Cinema e godrà della visibilità su www.raicinemachannel.it, sui suoi siti partner e, a discrezione dei responsabili delle reti, sui canali Rai.

L’omaggio a Valerio Zurlini

Quest’anno il Festival rende omaggio a Valerio Zurlini, a 35 anni dalla sua morte. Nella sua carriera produsse 10 film nell’arco di 20 anni di attività: caratteristica peculiare del cinema di Zurlini sono i personaggi, divisi sempre fra troppo passato, poco presente e nessun futuro. Il Riff 2017 lo celebrerà giovedì 30 novembre alle 18.30 con uno dei suoi film più intensi e drammatici, il racconto dei due fratelli Enrico e Dino descritto in ‘Cronaca familiare’, vincitore del Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1962, tratto dal romanzo autobiografico di Vasco Pratolini, tramite il quale, come fece anni dopo con ‘Il deserto dei Tartari’ (tratto dal romanzo di Dino Buzzati) Zurlini unisce i tasselli di un percorso creativo che è sempre specchio e metafora di un percorso interiore.

24 novembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988