Lazio

In Campidoglio presentata Dynamho, App per navigazione sicura

dynamhoROMA – Si chiama ‘Dynamho‘ e questa mattina ha ricevuto, in Campidoglio a Roma, la certificazione etica dall’associazione ‘La Caramella buona onlus’, come “realtà di eccellenza per l’etica quotidiana applicata al lavoro”. L’app, ideata e realizzata dalla società informatica Topnetwork, consente al bambino di usare i vari dispositivi accedendo solo a determinate applicazioni, siti e funzionalità, bloccando quelli considerate non sicuri, pericolosi e non appropriati a quelle fasce d’età. Inoltre, consente ai genitori di impostare solo le app appropriate per i propri figli, scegliere i giorni e gli orari in cui questi possono utilizzare il dispositivo, e appunto, monitorare tutte le attività on line dei bambini (scambio messaggi, accesso ai siti e alle app).

Il riconoscimento, è stato consegnato a Dynamho, in occasione del convegno, patrocinato da Roma Capitale, ‘L’impegno sociale dell’impresa’, alla presenza tra gli altri dell’assessore capitolino al Bilancio, Andrea Mazzillo, del presidente e fobdatore di Topnetwork, Franco Celletti, del presidente di Caramella buona, Roberto Mirabile e dei testimonial, Pino Insegno e la criminologa Roberta Bruzzone.

“Oggi- ha detto Mazzillo all’agenzia Dire- deve nascere una nuova collaborazione. Non solo l’amministrazione che produce e dà assistenza ma un’assistenza integrata in collaborazione con le aziende, è per questo che auspico sempre più che queste investano nel sociale e sia messe nelle migliori condizioni per poterlo fare”. “Riteniamo che lo strumento possa essere un aiuto alle famiglie- ha sottolineato Celletti- insieme a Caramella buona abbiamo realizzato un prodotto che, unendo tecnologia e esperienza sul campo di una problematica drammatica, risponde alle esigenze sia di associazioni che famiglie per tutelare di più e meglio i bambini dal web”. “La sinergia con Topnetwork- ha aggiunto Mirabile- dimostra come un’aziebda possa andare oltre il concetto di impresa economica abbracciando anche problematiche sociali di rilievo. Sono lieto di poterla inserire tra le realtà da noi certificate per un’elevata etica e una spiccata sensibilità verso gli indifesi”.

di Ugo Cataluddi, giornalista

 

24 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»