Musica. Più vicino il sì per David Gilmour al Teatro Antico di Taormina

ROMA  – David Gilmour si avvicina sempre piu’ a Taormina. E a Venezia. Il chitarrista dei Pink Floyd, che sta girando il mondo per promuovere il suo ultimo album da solista ‘Rattle That Lock’, potrebbe veder esaudito il suo desiderio di suonare ad agosto del 2016 in Sicilia. E nel capoluogo veneto, a piazza San Marco, dove il 15 luglio del 1989 tenne uno storico concerto con i Pink Floyd del nuovo corso (Roger Waters aveva gia’ abbandonato il gruppo). La scorsa settimana, infatti, erano emersi problemi legati alla burocrazia, cioe’ alla gestione delle date del teatro. Ora, come spiega Marcello Cannizzo, titolare dell’omonima agenzia organizzatrice di eventi, “c’e’ un po’ piu’ di ottimismo”.

gilmour

Lo scorso giovedì, infatti, Cannizzo ha contattato l’assessorato ai Beni Culturali “e si sta procedendo per capire se sbloccano il teatro. Ci sono tanti altri concerti in ballo e da qui a fine mese ci sara’ la possibilita’ di iniziare a interloquire per le date. C’e’ grande apertura, si vuole tornare organizzare grandi eventi”. Quindi a fine mese si potra’ iniziare a parlare delle prenotazioni per il teatro. Diversi sono i nomi in gioco, si parla di Simply Red, Ringo Starr, Santana, Muse.

“Ma di confermato non c’e’ ancora nulla, il primo passaggio deve essere la disponibilita’ del teatro e poi, con dovute precauzioni, i concerti dovrebbero essere confermati“. Una volta ottenuta la disponibilita’, infatti, si chiederanno conferme agli artisti. Per cui, meglio non sbilanciarsi troppo: “Ottimismo c’e’, ma con la burocrazia finche’ non c’e’ nero su bianco…”.

di Adriano Gasperetti – Giornalista professionista

24 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»