“Suburra”, il 24 ottobre il film su Mafia Capitale in tv

ROMA – Andrà in onda il 24 ottobre, alle ore 21.25, su Rai 2 il film di Stefano Sollima “Suburra”. Il western metropolitano del 2015 sbarca in tv a pochi giorni dall’esordio su Netflix della serie omonima.  Nel cast della pellicola tratta dal romanzo omonimo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini alcuni degli attori più importanti del panorama italiano: tra questi Pierfrancesco Favino, Claudio Amendola, Alessandro Borghi e Elio Germano. Il film che all’uscita nelle sale ha riscosso un grande successo di pubblico descrive una Roma corrotta, dominata da bande criminali che ne gestiscono il potere.

Suburra, il film

Il film che prende il nome dal popolare quartiere dell’antica Roma dove malaffare e potere si incontravano, riprende una storia antica, quella fatta di corruzione e accordi tra uomini che contano. La narrazione parte esattamente 7 giorni prima di uno storico evento, quello della rinuncia al Papato del Pontefice Ratzinger. In una Roma senza più punti di riferimento una grande speculazione edilizia sta per avere luogo. A giocarsi la partita che ha come premio il litorale di Ostia saranno il Samurai (Claudio Amendola), boss indiscusso della criminalità romana appartenente alla Banda della Magliana e Numero 8 (Alessandro Borghi), capo di una influente famiglia che domina la costa romana. A fare da ago della bilancia un politico corrotto Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino). Nel mezzo una gruppo di personaggi “minori” che avranno in realtà un ruolo determinante nello svolgersi della partita. Tra questi il PR senza scrupoli Sebastiano (Elio Germano), la fidanzata di Numero 8 Viola (Greta Scarano), l’escort Sabrina (Giulia Elettra Gorietti) e  il boss di una temuta famiglia di zingari Manfredi (Adamo Dionisi).

Suburra, la serie

Sbarcata il 6 ottobre su Netflix, la serie televisiva che rappresenta il prequel della storia narrata nel film omonimo, è il primo prodotto seriale italiano realizzato dalla piattaforma americana. Nei dieci episodi che raggiungeranno 190 paesi, Roma torna protagonista di una racconto in cui Chiesa, Stato e la criminalità organizzata si scontrano, confondendo i limiti della legalità e dell’illecito nella loro feroce ricerca del potere. Il tutto in un lasso di tempo di 20 giorni. Nella serie, diretta da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi ritroveremo alcuni degli interpreti del film di Sollima, tra cui Alessandro Borghi e Giacomo Ferrara.

Al centro della storia, ambientata nel 2008 dopo l’annuncio delle dimissioni da parte del sindaco di Roma, troviamo tre giovani uomini: Numero 8 (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara) e Lele (Eduardo Valdarnini). Tre uomini diversi per origine, ambizioni e passioni, che saranno chiamati a fare alleanze per realizzare i loro desideri. Nel cast anche Sara Monaschi (Claudia Gerini), Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro), Samurai (Francesco Acquaroli) e Manfredi Anacleti (Adamo Dionisi).

24 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»