Anm, Orlando: “Il Governo vuole confronto, non conflitto”

ROMA – “Abbiamo bisogno di un dialogo” senza “semplificazioni e contrapposizioni” su tutti i punti di riforma. “Non reclamo una particolare benevolenza per certi provvedimenti, voi avete la conoscenza delle patologie della società, mettetela a disposizione della Repubblica”. Così il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, si rivolge alla magistratura intervenendo al congresso dell’Anm a Bari.

orlando

“Ritengo l’Anm una istituzione rappresentativa essenziale per il governo– continua- non troverete mai da me una parola che punti alla demolizione del ruolo difficile di chi rappresenta la magistratura, ruolo che sconta gli stessi problemi che la rappresentanza sconta nel nostro paese”. Orlando, tornando sulle polemiche di ieri, dice che “il tenore dello scontro, del conflitto o del dialogo si pone su un terreno profondamente diverso rispetto al passato perché ci sono cose che noi non vogliamo discutere e che non vanno discusse, come il giudice sottoposto solo alla legge o l’obbligatorietà dell’azione penale. Questo non può non implicare una qualità diversa del confronto”, sottolinea.

24 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»