Emilia Romagna

Domenica a Bologna è di nuovo ‘Wine city day’, degustazioni in 13 locali

wine_city_bologna

BOLOGNA – Dopo il clamoroso successo della passata edizione ritorna a Bologna Wine City Day, la giornata ideata e realizzata da 13 osti bolognesi riuniti nell’associazione Amo (Associazione mescitori organizzati). Un evento all’insegna del buon vino, della buona gastronomia e della convivialità, le caratteristiche alla base della filosofia di Amo. L’edizione 2015 ha visto la partecipazione di 2000 visitatori, che hanno consumato 5.000 assaggi di vino e oltre 3.000 tapas. Il 25 settembre sarà quindi nuovamente possibile trascorrere una piacevole domenica alla scoperta della variegata ed eccellente produzione vinicola italiana attraverso la degustazione dei tre vini che ogni oste proporrà ai visitatori, scelti sulla base della sua esperienza e conoscenza, per un assortimento composto complessivamente da 33 diverse etichette.

Un viaggio tra le migliori cantine vinicole italiane, con un occhio di riguardo per le cantine dei piccoli produttori-artigiani che si contraddistinguono per la produzione di vini di altissima qualità, anche biologici e biodinamici, fortemente identificativi del territorio da cui provengono. Naturalmente gli osti, e in alcuni casi gli stessi produttori, saranno a disposizione per rispondere a tutte le domande e le curiosità dei visitatori. Wine City Day è un fiore all’occhiello per una città riconosciuta a livello internazionale per la qualità delle sue proposte enogastronomiche e l’attenzione alla filiera agro-alimentare. L’iniziativa è infatti parte del progetto City of Food, con il patrocinio del Comune di Bologna.

“Quella di Wine City Day- dice Matteo Lepore, assessore all’Economia e promozione della città del Comune di Bologna- è sempre una piacevole occasione per fare esperienza della cultura enologica e delle tradizioni del nostro paese semplicemente attraversando la nostra città: un viaggio alla portata di tutti per scoprire prodotti enologici di eccellenza, la loro storia e i loro produttori, con degustazioni di grande qualità. Wine City Day ci conferma di come ricerca e tradizione enogastronomica e cultura dell’ospitalità, oltre ad essere un elemento importante per la promozione del nostro territorio, possano contribuire a diffondere sempre più la cultura del buon bere consapevole e a raccontare a tutta la città la storia ed il senso che stanno dietro ad una produzione di così grande qualità, come quella enologica.”

wine_city_hamburger_ciboAlla degustazione dei vini si associa l’offerta gastronomica, studiata in base al migliore abbinamento con i vini presentati da ogni oste. La maggior parte dei banchi propone sfiziose tapas (come i mini-hamburger di melanzane con stracchino di bufala), ma sarà anche possibile gustare veri e propri piatti in grado di soddisfare i palati più esigenti e una fame importante (ad esempio: spiedi di seppie con panure al tartufo, malloreddus con filetti di pomodoro alla menta e scaglie di ricotta salata o le tradizionali lasagne). E’ stata inoltre ideata una originale modalità di acquisto delle degustazioni e del cibo: all’ingresso di Vicolo Bolognetti – che rimane gratuito per chi volesse solo visitare la manifestazione – verranno vendute le “banconote di Amo“, ognuna dal valore di 1 euro, spendibili in tutti i banchi presenti.

Questi i prezzi: Bicchiere assaggio: 2€ (potrà essere presente una proposta, fra le tre di ciascun banco, dal valore maggiore in caso di vini particolarmente pregiati) Tapas: 3€ Cucina: 6€ Confermato il Quadriportico di Vicolo Bolognetti come location anche di questa nuova edizione, in pieno centro e perfetto per l’attuale stagione: all’aperto, ma in grado di offrire riparo da eventuale pioggia come solo Bologna sa fare… sotto i portici!

Sul sito di Amo trovate  l’elenco dei locali che partecipano all’iniziativa e le loro proproste enologiche.

24 settembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»