Toscana

Terremoto, in Toscana a disposizione 508 posti letto negli ospedali

sanità ospedale

FIRENZE – La Toscana raccoglie la richiesta giunta stamani dal dipartimento nazionale della Protezione civile e mette a disposizione 508 posti letto. Dalla ricognizione della Regione risulta che negli ospedali della Asl Toscana sud-est (la più vicina ai luoghi colpiti dal terremoto) sono disponibili 100 posti in medicina; 103 in chirurgia; 32 in cardiologia; 34 in rianimazione; 25 in rianimazione pediatrica e terapia intensiva neonatale; sei in neurochirurgia; tre in chirurgia toracica; 49 in emodialisi; 52 in pediatria; 104 in ostetricia e ginecologia. La disponibilità dei posti letto, fa sapere l’ente, è già stata comunicata al dipartimento nazionale Protezione civile.

DA FIRENZE PARTITA COLONNA MOBILE PER RIETI

E’ partita alle 16.30 da Firenze il primo blocco della colonna mobile della Regione Toscana con i primi soccorsi in direzione Rieti. Il via libera del dipartimento nazionale della Protezione civile è arrivato al termine della videoconferenza della commissione interregionale di coordinamento. Del primo blocco fanno parte le due squadre della Protezione civile del Comune e della Città metropolitana di Firenze. Sono il cosiddetto ‘nucleo di valutazione‘ della Regione Toscana che comprende anche i volontari dell’associazione Tlc di Firenze. Queste unità saranno impegnate a Rieti come supporto ai servizi di telecomunicazione.

Alle 17.30 invece partirà il grosso della colonna mobile toscana composta da otto operatori della Protezione civile toscana- accompagnati dall’assessore regionale all’Ambiente Federica Fratoni, 100 volontari e 29 mezzi. Le tende messe a disposizione saranno in tutto 65: una da 100 posti subito disponibile per la prima emergenza. Poi saranno montate 64 tende da otto posti ciascuna per un totale di 512 posti. Verranno inoltre resi disponibili un modulo ristoro ed una cucina da campo, 5 bagni di cui uno per disabili oltre cisterne gasolio, un modulo officina, un modulo di documentazione e un modulo segreteria.

MISERICORDIE IN CAMPO, PRATO ALLESTIRA’ CAMPO PER 250 PERSONE

Sono 200 gli operatori delle Misericordie italiane presenti nelle zone più vicine all’epicentro del terremoto che questa notte ha colpito l’alto Lazio e il centro Italia. Squadre provenienti da Marche, Abruzzo, Lazio, sud della Toscana ed in particolare da Grottammare, Pescara, Siena, Monte San Savino. Già stanotte, fa sapere la Confederazione nazionale, erano attivi 20 tecnici delle Misericordie con specifiche competenze nella valutazione dei danni. Sul posto inoltre sono operative già 15 ambulanze e 2 gruppi cinofili composti da 4 cani.

Su richiesta della Protezione Civile nazionale, dal polo logistico nazionale delle Misericordie di Prato sono già partite le colonne mobili per la realizzazione di un campo che può accogliere 250 persone ad Amatrice, un altro campo da 150 persone è pronto per essere accolto in un altra delle località colpite. Sono partiti anche 8 gruppi elettrogeni, 2 torri faro, 400 brandine ed altre 500 sono disponibili. Sempre da Firenze sono partiti ed arriveranno in serata 4 camion di generi alimentari che saranno distribuiti direttamente alla popolazione, grazie alla collaborazione di Unicoop Firenze. Sarà tra breve attrezzato anche un campo base aggiuntivo per sole Misericordie ad Ascoli Piceno.

di Diego Giorgi, giornalista professionista

24 agosto 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»