Nuova campagna Marevivo contro la plastica; Export agricoltura, boom italiano nei primi 5 mesi 2018

TG-Ambiente

Nuova campagna Marevivo contro la plastica; Export agricoltura, boom italiano nei primi 5 mesi 2018

AL VIA NUOVA CAMPAGNA MAREVIVO CONTRO LA PLASTICA

“Il mare e’ di chi lo abita, non della plastica”. E’ lo slogan scelto da Marevivo per la campagna di sensibilizzazione sul problema della marine litter attraverso le immagini. Gli animali marini sono infatti raffigurati come formine di plastica accompagnate dalla frase “Vogliamo davvero che diventino così?”. “Ogni minuto l’equivalente di un camion di rifiuti finisce in mare- spiega Raffaella Giugni, responsabile relazioni istituzionali di Marevivo- la plastica e’ ormai entrata nella catena alimentare arrivando sulle nostre tavole, mettendo a rischio la nostra salute”.

EXPORT AGRICOLTURA, BOOM ITALIANO NEI PRIMI 5 MESI 2018

Tra inasprimento dei dazi, ritorno al protezionismo, accordi di libero scambio non ratificati e Brexit alle porte, l’export agroalimentare italiano continua a correre: nei primi cinque mesi del 2018, infatti, si registra un +3,5% rispetto all’anno precedente. Se negli Usa le importazioni totali di prodotti agroalimentari hanno fatto registrare un calo del 4% nel periodo analizzato, quelle dal nostro Paese sono invece cresciute del 4,5%. Trend analogo in Canada, con l’export di prodotti italiani aumentato del 4%.

ACCORDO CNR-AICS PER AIUTARE LE TARTARUGHE MARINE

Vedette per gli avvistamenti delle tartarughe in difficolta’ e operatori di primo soccorso, con tanto di vasche pre-ospedaliere di accoglienza: il tutto per aiutare il Cnr a ridurre i casi di catture accidentali e di mortalita’ post cattura delle tartarughe. Questo l’apporto che i volontari dell’Aics daranno al progetto europeo ‘TartaLife’. Minacciate a livello planetario da numerose attivita’ antropiche, si stima che in Mediterraneo ogni anno la pesca professionale catturi accidentalmente oltre 130mila esemplari di tartarughe Caretta caretta. Da qui, l’accordo tra Cnr e la commissione ambiente di Aics.

OTTO CICOGNE NERE ABITANO PARCO DELLA MURGIA MATERANA

Sono otto le cicogne nere nel Parco della Murgia materana. Lo annuncia il presidente del parco, Michele Lamacchia che sottolinea come “la tutela del territorio continui a dare i suoi frutti. Lo scorso anno fu accertata la conclusione della riproduzione di questa rara e delicata specie, con l’involo di tre nuovi individui nati sulle ripide pareti della Gravina”. In questa stagione riproduttiva, invece, sono stati avvistati contemporaneamente quattro individui sul fondo della Gravina, oltre uno al nido, intento a vigilare su tre giovani pulli, un avvistamento eccezionale per la contemporanea presenza di cinque adulti in periodo riproduttivo.

24 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»