AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Nel cda della Fiera la moglie del capogruppo Pd, lo sfogo di Merola: “Nessuna parentopoli”/VIDEO

di Vania Vorcelli, giornalista professionista

BOLOGNA – A Bologna non si placano le polemiche per la nomina nel Cda della Fiera di Gigliola Schwarz, moglie del capogruppo del Pd in Comune, Claudio Mazzanti. Le polemiche sono partite sabato, quando ha cominciato a circolare il nome di Schwarz: le opposizioni subito sono andate all’attacco e non sono mancati imbarazzi anche all’interno del Pd. Oggi, però, il sindaco Virginio Merola difende la sua scelta. E quasi perde la pazienza al termine dell’assemblea dei soci che, all’unanimità, ha eletto il nuovo consiglio di amministrazione.

“SCHWARZ E’ PERSONA CAPACE E COMPETENTE, NOMINA LEGITTIMA”

Questa nomina non è impedita dalla legge ed è legale e legittima. Il Consiglio comunale ha un ruolo di indirizzo e controllo. Indirizzerà e controllerà come sempre e alla prova dei fatti si dimostrerà che questa è solo una persona capace, competente, onesta e di cui mi fido”, sbotta Virginio Merola con la voce che per un attimo si incrina.

“Nelle nomine c’è anche un elemento di fiducia: quando conosco la persona che nomino sono contento. Ho fatto nomine senza conoscere la persona che stavo nominando, in base solo ai curriculum. Tutto questo è verificabile e verificato. Le parentopoli andatele a cercare da altre parti“, si sfoga il primo cittadino, puntando il dito in primo luogo contro il leader del M5s, Massimo Bugani, che sabato ha scritto su facebook:”E la moglie del capogruppo Pd e’ sistemata. Pazzesco… e li votate ancora”.

“QUI NON CI SONO POTERI CORROTTI, BASTA BUFALE INCREDIBILI”

Qui non c’è nessun sistema corrotto di potere, sono bufale incredibili. Si sfoghino sui social nella loro continua richiesta di rancore e odio, ma li sfido a dimostrare che io sto facendo cose contro la legge e per favorire qualcuno”, replica Merola. “Li sfido anche a documentarlo, perchè ad un certo punto arrivano anche le querele: voglio i fatti, non le continue alimentazioni di un rancore non dimostrato e non provato. La politica per me è una cosa bella, chi la considera una cosa di merda, si accomodi“, si sfoga il sindaco.


ECCO CHI C’E’ IN CDA

L’assemblea dei soci della Fiera di Bologna, dopo aver approvato il bilancio 2016, questa mattina all’unanimità ha eletto i nuovi membri del consiglio di amministrazione, confermando i nomi circolati negli ultimi giorni: oltre a Schwarz, entrano per il Comune anche Cinzia Berbieri (direttore di Cna), Susanna Zucchelli (manager di Hera). La Regione ha scelto l’ex ministro per l’Attuazione del programma del secondo governo Prodi, l’economista Giulio Santagata, consigliere delegato di Nomisma. La Camera di commercio ha, invece, confermato Giada Grandi, segretario generale della Mercanzia, che dovrebbe ancora ricoprire il ruolo di vicepresidente.

Sul fronte degli azionisti privati, il mondo della cooperazione punta su Gianpiero Calzolari, in pole per la presidenza, gli industriali hanno indicato il patron di Piquadro, Roberto Palmieri, mentre la Fondazione Carisbo ha rinnovato il mandato di Gianfraco Ragonesi. Il presidente di Ance, Giancarlo Raggi, rappresenterà i costruttori e Ascom. L’assemblea dei soci ha, inoltre sbloccato dopo mesi l’acquisizione del 15% della newco che si occuperà della gestione della Fiera di Bari, un impegno per il quartiere di Bologna di circa 300.000. Infine, la stessa assemblea in seduta straordinaria, ha dato mandato al nuovo consiglio di amministrazione di presentare una proposta per l’avvio di un nuovo aumento di capitale, così come chiesto da alcuni azionisti privati.

24 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988