People mover, Comune di Bologna in stand-by - DIRE.it

Emilia Romagna

People mover, Comune di Bologna in stand-by

BOLOGNA – Come amministrazione comunale “siamo in attesa di ricevere aggiornamenti dalla società in merito alla copertura della quota mancante di finanziamento” per la realizzazione del People mover: quando questo aspetto sarà chiarito, “il da farsi lo valuteremo in base ad un unico faro, che è quello dell’interesse pubblico”. Così l’assessore alla Mobilità del Comune di Bologna, Andrea Colombo, rispondendo in question time ad un’interrogazione di Marco Piazza (M5s).

Da un lato, finora è stata acquisita “una rilevante parte della copertura economico-finanziaria per la realizzazione del progetto”, afferma Colombo; dall’altro, però, “un po’ all’ultimo minuto e inaspettatamente- ricorda l’assessore- una delle tre banche finanziatrici si è tirata indietro, ponendo condizioni che non potevano essere sostenibili per la Marconi Express”.

Si tratta di Banca Imi, mentre Unipol e Unicredit hanno deliberato positivamente. A questo punto la Marconi Express si è “attivata per ricercare ulteriori e possibili istituti di credito disponibili a coprire la parte mancante del finanziamento”, continua l’assessore, che al momento resta in attesa di “aggiornamenti” sul punto. Per quanto riguarda gli orientamenti sui tempi e sulla prosecuzione del progetto, queste “non sono valutazioni che attengono strettamente alla sfera della discrezionalità politica, ma riguardano più strettamente gli aspetti amministrativi di gestione contrattuale- afferma Colombo- che a mio avviso devono rispondere a un unico faro, che è quello dell’interesse pubblico. Da questo punto di vista, quindi, andranno valutati gli elementi effettivamente a disposizione”. (Prosegue nel notiziario DIRE in abbonamento)

di Maurizio Papa

Giornalista

24 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»