Europa

Italiani in UK, Sara: “Adesso spero in un moto d’orgoglio europeo”

ROMA  – La Gran Bretagna ha votato per uscire dall’Unione Europea. E gli italiani che da anni vivono e lavorano Oltremanica all’improvviso non si sentono più a casa.

La sensazione era che “avrebbe vinto il ‘remain‘- spiega all’Agenzia DIRE Sara Di Pietrantonio, abruzzese dipendente di un’azienda di pubblicità francese con sede a Londra-. Poi, nelle ultime settimane, ho cominciato a temere il peggio. Nell’ultimo periodo mi sono anche impegnata nella campagna pro-remain, se avessi previsto l’esito lo avrei fatto già da molto prima”.

sara vote remain

D’altronde “per strada- prosegue Sara-, c’erano più attivisti del ‘remain’ che del ‘leave’“. Il voto lascia quindi l’amaro in bocca, ma, riflette la ragazza, “va anche analizzato: a Londra, come nelle grandi città, proprio quelle piene di immigrati, hanno votato per la maggior parte a favore della permanenza in Europa. Quindi il problema non è l’immigrazione. Invece nelle campagne, forse per un fatto culturale, hanno scelto di lasciare l’Ue”.

brexitA Camden, il popolare quartiere di Londra dove vive, il 75% ha scelto il ‘remain’. C’è stato un solo episodio antieuropeista: nella famosa Pitshanger Lane è comparso un festone con delle bandierine dell’Unione Europea con delle grandi ‘x’ sopra, fatte con lo scotch.

“Ma mi sono rivolta al presidente dell’Associazione dei commercianti della strada- racconta Sara-, e lui lo ha fatto rimuovere, spiegando anche che quel festone antieuropeista non rispecchiava affatto i sentimenti del posto“.

E adesso che la Gran Bretagna abbandonerà l’Unione, cosa faranno gli italiani emigrati? “La prima idea che mi è venuta in mente è che non ha più senso stare qui. Ma poi ho pensato che chi si sentiva europeo da prima, ci si sente ancora di più adesso. Spero ci sia un moto di orgoglio europeo”, conclude.

24 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»