Ivanka Trump a Sant'Egidio incontra le donne vittime di tratta - DIRE.it

Lazio

Ivanka Trump a Sant’Egidio incontra le donne vittime di tratta

ROMA – Visita alla Comunità di Sant’Egidio questa mattina per Ivanka Trump, figlia del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, a Roma insieme alla famiglia in visita di Stato.

La secondogenita dell’inquilino della Casa Bianca è arrivata all’interno della sede, a Trastevere, accolta dal presidente della Comunità, Marco Impagliazzo e dal fondatore Andrea Riccardi, e incontrerà le donne vittime della tratta della prostituzione assistite da Sant’Egidio, in prevalenza di origini nigeriane, e le operatrici che ne curano il percorso di aiuto.

Un incontro chiesto ufficialmente dagli Stati Uniti d’America e che segue quello tenuto nel giugno 2007 dall’ex presidente George W. Bush: Sant’Egidio è infatti molto nota anche oltreoceano per l’impegno contro la guerra in Sud Sudan e Repubblica Centrafricana.

Pace, ma anche sanità, saranno i temi affrontati durante l’incontro, che durerà circa 15-20 minuti.

LEGGI ANCHE Donald Trump dal Papa: “Un onore essere qui”

IVANKA TRUMP: SOSTERRÒ OPERE COMUNITA’ SANT’EGIDIO

“Voglio ringraziare la Comunità di Sant’Egidio per il lavoro che fanno non solo qui a Roma ma nel mondo. Abbiamo parlato dei tanti programmi che sono stati lanciati con successo e portati avanti, per davvero tanti anni, e che hanno fornito aiuto e supporto a coloro che ne avevano bisogno: i poveri, i senza tetto, le categorie svantaggiate, le vittime dei trafficanti di esseri umani, non solo in Africa ma in tutto il mondo”, ha detto Ivanka Trump parlando alla stampa durante la visita nella sede della Comunità di Sant’Egidio a Trastevere.

“È un grandissimo privilegio per me essere qui e ascoltare direttamente da queste donne le loro storie tremende e il lavoro che è stato fatto, quello che ha funzionato e che quello che potrebbe funzionare meglio in futuro– ha aggiunto-. Vi sono grata per questo invito e non vedo l’ora di sostenere le vostre opere. Ora incontrerò donne di grande spessore che sono testimoni di forza, fede e perseveranza, di fronte ad avversità inimmaginabili (donne sottratte alla tratta grazie alla Comunità di Sant’Egidio, ndr). Sarà un onore incontrarle e ascoltare da loro gli sforzi fatti e il modo in cui sono riuscite a ricostruire le loro vite“.

24 maggio 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»